Spider-Man Homecoming. Supereroe in erba

Articolo di: 
Livia Bidoli
Spider-Man Homecoming

Già a risentire il tema più famoso della serie tv di Spider-Man, riarrangiato da Michael Giacchino, ovvero il tema originale composto e arrangiato da Paul Francis Webster and Robert "Bob" Harris (e poi da Benjamin Squires). ci si sente proprio “tornati a casa”, come dice il titolo (Homecoming). Poi si ha a che fare col primo Spider-Man, il 14 enne Peter Parker interpretato da Tom Holland che è perfetto per la parte anche per qualche brufolino che ancora spunta sul visino del 21 enne britannico diretto da John Watts scelto dalla Marvel per raccontare l'”allevamento” di Pete da parte del “tutore-papà” supereroe Tony Stark alias Iron Man, il nostro Robert Downey Jr.

Peter vive con la zia May Parker interpretata da Marisa Tomei (che i fan trovavano troppo giovane ed attraente per recitare la parte, Tomei è classe 1964 mentre Holland 1996) ed il contatto principale che ha con Stark è attraverso Happy Hogan, interpretato da Jon Favreau, che gli porta la supertuta nuova di zecca per il suo personaggio. Peter si comporta perfettamente come un adolescente e combina un guaio dietro l'altro agendo senza pensare alle conseguenze, nonostante ciò...Lascerò in bilico il resto e citerò invece l'altro personaggio capitale di questa “puntata” cinematografica con Spider-Man: Michael Keaton nelle vesti di un criminale che ruba armi aliene e dai superpoteri (in particolare elettromagnetici) che apparterrebbero alla Damage Control. Adrian Toomes, questo il suo nome, riuscirà a fabbricarsi un costume da avvoltoio con delle ali meccaniche e naturalmente darà del filo da torcere al nostro eroe, che si è messo contro un adulto senza scrupoli.

Nel mentre i tormenti adolescenziali, il “crash” (la cotta) per una compagna di liceo, Michelle, interpretata da Zendaya, getta acqua sul fuoco e lui col suo amico diventano sempre più nerd. Unico punto a suo favore, “essere amico di Spider-Man” (!) e tutto ciò con lo sfondo musicale di un altro nome riconoscibilissimo nella musica, i Ramones.

Un film per tutti, da guardare soprattutto per divertirsi, vista la carambola di battute e di gag consone al personaggio: un'uscita in cui si divertiranno adulti e bambini, ed anche adolescenti, naturalmente!

Pubblicato in: 
GN36 Anno IX 7 luglio 2017
Scheda
Titolo completo: 

Spider-Man: Homecoming
Lingua originale     inglese
Paese di produzione     Stati Uniti d'America
Anno     2017
Durata     133 min
Rapporto     2.35:1
Genere     avventura, fantascienza
Regia     Jon Watts
Soggetto     Stan Lee, Steve Ditko (fumetto)
Jonathan Goldstein, John Francis Daley (storia)
Sceneggiatura     Jonathan Goldstein, John Francis Daley, Jon Watts, Christopher Ford, Chris McKenna, Erik Sommers
Produttore     Kevin Feige, Amy Pascal
Produttore esecutivo     Louis D'Esposito, Victoria Alonso, Patricia Witcher, Jeremy Latcham, Avi Arad, Matt Tolmach, Stan Lee
Casa di produzione     Columbia Pictures, Marvel Studios, Pascal Pictures
Distribuzione (Italia)     Warner Bros. Pictures
Fotografia     Salvatore Totino
Montaggio     Dan Lebental, Debbie Berman
Effetti speciali     Industrial Light & Magic, Digital Domain, Gentle Giant Studios, Iloura, Lidar Guys, Luma Pictures, Method Studios, Sony Pictures Imageworks, Southbay Motion Picture Technologies
Musiche     Michael Giacchino
Scenografia     Oliver Scholl
Costumi     Louise Frogley

Interpreti e personaggi
Tom Holland: Peter Parker / Spider-Man
Michael Keaton: Adrian Toomes / Avvoltoio
Jon Favreau: Happy Hogan
Zendaya: Michelle
Donald Glover: Aaron Davis
Tyne Daly: Ann-Marie Hoag
Marisa Tomei: May Parker
Robert Downey Jr.: Tony Stark / Iron Man

Vedi anche: