cinema

  • Bestiale
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Fino all'8 gennaio prossimo il Museo del cinema di Torino alla Mole ospita una mostra unica come interesse e tematica: Bestiale! un modo per raccontare i film dal punto di vista degli animali, amici e antagonisti, comparsi sul grande schermo.

  • Ardenne
    Articolo di: 
    Dario Pisano

    Salutiamo l'uscita di un film belga, Le Ardenne, che nel suo paese ha ottenuto un considerevole riscontro di critica e di pubblico. Il film è vincitore di 8 premi Ensor (Oscar del cinema fiammingo) ed è candidato all'Oscar come miglior film straniero per il Belgio. Il regista, Robin Pront, è apprezzato per il suo stile cinematografico diretto e di forte impatto. 

  • pirati
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Sono tornati al cinema i Pirati dei Caraibi, con il quinto capitolo della saga, La vendetta di Salazar, con un ritorno all’idea originale del primo film, quello di fare una storia che mettesse insieme fantastico e storie piratesche di vago sapore salgariano, pare con un occhio a Mari stregati di Tim Powers, romanzo di culto in questo filone, mai portato purtroppo al cinema.

  • festival
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Dal 15 al 20 giugno torna a Torino il Lovers film festival, già Da Sodoma ad Hollywood, rassegna dedicata al cinema a tematica omosessuale, lesbico, transgender, queer, come è spiegato dalla sigla LGBTI. La rassegna con questa edizione festeggia il suo trentaduesimo compleanno, con film in programma nelle tre sale del cinema Massimo, a due passi dalla Mole e dal Museo del cinema

  • mummia
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    Dall'8 giugno 2017 è nelle sale cinematografiche italiane La Mummia (The Mummy), un colossal di grandi ambizioni, che si presenta come il remake dell'omonimo film del 1934. Regista è Alex Kurtzman, e il cast, come si suol dire in questi casi, è "stellare", dato che comprende Tom Cruise, Sofia Boutella, Annabelle Wallis, Courtney B. Vance e Russell Crowe.

  • Una doppia verità
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Col titolo originale di The Whole Truth (La completa verità) e quello italiano di Una doppia verità, il prossimo 15 giugno esce nelle sale il film diretto da Courtney Hunt con Keanu Reeves, Renée Zellweger, Jim Belushi e Gugu Mbatha-Raw.

  • Wonder Woman
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Nata dalla penna di William Moulton Marston nel 1941, pubblicato dalla DC Comics, la supereroina Wonder Woman approda sul grande schermo come prodotto di punta del DC Extended Universe. Girato da una regista, Patty Jenkins, famosa per Monster (2003), vede la superdomodella israeliana Gal Gadot nella parte della donna più forte del mondo: la guerriera per antonomasia, Wonder Woman.

  • The Lesson
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    In luogo dei soliti blockbuster al cinema, alla Casa del Cinema di Roma, a titolo gratuito, si svolgono i festival relativi alle produzioni cinematografiche di svariate nazioni, fornendo al pubblico una rappresentazione di ciò che si svolge oltre frontiera e che spesso viene visto solo ai festival, senza raggiungere il grande pubblico (distribuiti solitamente in poche copie e pochi giorni),. In questo caso ho assistito ad uno dei film in programma per il Festival del Cinema Bulgaro, in svolgimento dal 25 al 28 maggio: The Lesson di Kristina Grozeva e Petar Valchanov. Al film è seguito l'incontro con uno degli attori, Stefan Denolyubov.

  • Song to Song
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Ennesima frame by frame capture dopo Knight of Cups, Terrence Malick anche con Song to Song ci sembra ormai orientato ad uno "stream of consciousness" visivo con i suoi personaggi all stars. Con Michael Fassbender, Rooney Mara, Ryan Gosling e Natalie Portman, il film lo si va a a vedere anche solo per loro e la portentosa firma del regista considerato più controcorrente dell'universo hollywoodiano.

  • King Arthur
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Il nuovo King Arthur in 3D con le tconologie Real D di Guy Ritchie è assolutamente moderno, direi “techno” sia per musica che per velocità di sincronizzazione nelle azioni che sono curatissime ed innumerevoli quanto gli effetti speciali. Si viene letteralmente catapultati in un mondo a metà tra la Roma antica e la vera Londinium che di certo non era dotata di un Colosseo! A guidare il racconto della spada il biondissimo – vichingo se non di origini d'aspetto – Charlie Hunnam, il britanno Arthur (o Artù per le terre italiche), di contro il malvagio fratello Vortigern interpretato da Jude Law