cinema

  • Luce sugli oceani
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Il titolo de La luce sugli oceani in inglese significa “between”, ovvero “fra”, che si riferisce ai due oceani, l'oceano Indiano e quello del Sud – siamo nell'Australia Occidentale - che scorrono fra ed intorno a queste due reali ed anche metaforiche isole: quella piccola del faro Janus ed il porto sulla terra ferma di un'isola ben più grande. Michael Fassbender ed Alicia Vikander sono i protagonisti di questa travolgente storia tratta dal romanzo di M. L. Stedman che Derek Cianfrance ha tradotto in pellicola.

  • Loving
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Loving è il cognome di questa coppia interrazziale di coniugi che dà il nome a questo film tratto da una storia vera e da un documentario di Nancy Buirski intitolato The Loving Story. Loving, quasi una predizione su ciò che unicamente li avrebbe supportati in questa battaglia per un matrimonio fondato su sentimenti sinceri e senza le barriere della legge discriminatoria dello stato della Virginia che li ha condannati. Jeff Nichols ha deciso di farne un film, dopo Shotgun Stories e l'ultimo Midnight Special in cui vi è Joel Edgerton, qui protagonista insieme a Ruth Negga, di questo film presentato a Cannes nel 2016.

  • La legge della notte
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    In uscita il 2 marzo questi nuovo film con la regia di Ben Affleck tratto da un romanzo del 2012 dello scrittore di origini irlandesi Dennis Lehane: La legge della notte (in originale Live by Night). Lehane è famoso anche per altri due film tratti da suoi romanzi: Shutter Island di Martin Scorsese del 2010 e Mystic River del 2003 diretto da Clint Eastwood. Questa pellicola segna la seconda collaborazione tra l'attore qui anche regista e sceneggiatore in questa produzione Warner, dopo Gone Baby Gone (La casa buia in italiano) del 2007, ed anche quello ambientato in una delle città più europee degli Stati Uniti, Boston.

  • Moonlight.jpg
    Articolo di: 
    Dario Pisano

    Otto anni dopo il suo dramma sentimentale apprezzatissimo dalla critica, Medicine for Melancholy, lo sceneggiatore e regista Barry Jenkins ci propone un film, Moonlight (già vincitore di un Golden globe), che racconta la dolorosissima iniziazione alla vita da parte di un ragazzo di colore che cresce nella Florida meridionale, in una situazione di partenza contrassegnata dall'indigenza e da un milieu dove covano pregiudizi razzisti, omofobia e rancori atavici. Annunciamo che il film ha ottenuto ben tre premi Oscar: miglior film, miglior attore non protagonista e migliore sceneggiatura non originale. 

  • Trainspotting 2
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Tra 21 e 23 febbraio usciranno due film che sono legati l'uno all'altro: Trainspotting 2 e Gimme danger, una catena molto visibile li unisce e soprattutto udibile perché, se c'è qualcosa che li intreccia è proprio quel mix di proto e postpunk che vede la figura centrale di Iggy Pop cantare a squarciagola e dimenandosi sul palco in un delirio unico e irripetibile che sentiamo sulle note del titolo del film di Jim Jarmush: Gimme danger.

  • Cinquanta sfumature di nero
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    A James Foley basta una maschera per creare il sequel ad un successo mondiale come Cinquanta sfumature di grigio, diretto da Sam Taylor-Johnson nel 2015, e cambiare il titolo ton sur ton, e virando quindi sul nero. Gli stessi protagonisti del cosiddetto "hard-soft erotic" precedente si ritrovano innamorati l'uno dell'altro, senonché qualcuno non è del tutto d'accordo... 

  • La battaglia di Hacksaw Ridge
    Articolo di: 
    Marcovalerio Di Schiena

    È in uscita il prossimo 2 febbraio “La battaglia di Hacksaw Ridge” (Hacksaw Ridge), per la regia di Mel Gibson, con Andrew Garfield (Desmond T. Doss), Teresa Palmer (Dorothy Schutte), Hugo Weaving (Tom Doss, padre di Desmond), Vince Vaughn (Sergente Howell) e Rachel Griffiths (Bertha Doss, madre di Desmond). Le case di produzione sono Cross Creek Pictures, Demarest Media, Icon Productions, Pandemonium, Permut Presentations e Vendian Entertainment.

  • Barriere
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Le Barriere del titolo di questo film diretto ed interpretato da Denzel Washington sono profondamente amare: il rapporto di questo padre severo, irascibile, dittatoriale, con i suoi due figli, Cory e Lyons, è intensissimo. Troy, il padre, nel cui ruolo recita Denzel Washington, che si è preso l'incarico di questo adattamento dell'opera teatrale del 1983 omonima, vincitrice del premio Pulitzer per la drammaturgia a firma di August Wilson, è ai limiti del sopportabile, eppure profondamente, fin nei suoi parossismi, umana.

  • lion-dev-patel-rooney-mara-2.jpg
    Articolo di: 
    Marcovalerio Di Schiena

    È nelle sale Lion, per la regia di Garth Davis, con Dev Patel e Nicole Kidman. Fanno parte del cast anche star indiane di prim’ordine, come Nawazuddin Siddiqui (personaggio equivoco di Kolkata), Priyanka Bose (la madre naturale di Saroo), Tannishtha Chatterjee (donna di Kolkata) e Deepti Naval (la severa selezionatrice dell’orfanotrofio). Le case di produzione sono See-Saw Films, Aquarius Films, Screen Australia, Sunstar Entertainment, The Weinstein Company. 

  • Cliente
    Articolo di: 
    Marcovalerio Di Schiena

    È ora nelle sale Il cliente (titolo originale: Forushande), per la regia di Asghar Farhadi, liberamente ispirato a Death of a Salesman (Morte di un commesso viaggiatore) del drammaturgo statunitense Arthur Miller; le case di produzione sono Arte France Cinéma, Farhadi Film Production, Memento Films Production; il film è distribuito in Italia dalla Lucky Red.