libri

  • 80 anni di Radio Vaticana
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    In occasione degli Ottanta anni di Radio Vaticana, che trasmette in quaranta lingue diverse, sono stati pubblicati i due volumi dell'opera Ottant'anni della radio del Papa che ne raccontano la storia. 

  • La rosa
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Da poco uscito per Orecchio Acerbo, una casa editrice attenta e raffinata agli autori di illustrazioni, nonché alla Letteratura – ricordo L'ombra e il bagliore di Jack London ora Vincitore della quarta edizione del CJ Picture Book Award – La rosa di Ljudmila Petruševskaja con le illustrazioni di Claudia Palmarucci e la traduzione di Raffaella Belletti, si sfoglia come una fiore che a poco a poco rivela il suo odore.

  • Moto Hagio
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Gli shojo manga, i fumetti per ragazze e donne, sono a detta di molti il filone dei fumetti del Paese del Sol levante più interessanti e ricchi di tematiche: il padre di tutto è stato ancora una volta Osamu Tezuka, ma chi ha inventato il genere creando la ricchezza di storie è un gruppo di autrici tra anni Sessanta e Settanta come Riyoko Ikeda, Yumiko Igarashi, Waki Yamato e Moto Hagio.

  • Nemesi
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    I libri di Philip Roth, uno dei maggiori scrittori del nostro tempo, per la profondità dei temi e delle questioni esistenziali che affrontano, lasciano il lettore incantato e favorevolmente impressionato. Nel suo ultimo libro, il cui titolo è Nemesi edito in Italia dalla Einaudi, Roth racconta una storia tragica e terribile. In una cittadina del New Jersey, a Newark, imperversa una epidemia, dovuta alla diffusione del virus della Polio, che miete vittime, soprattutto fra i bambini e gli adolescenti.

  • King Lear
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    La tragedia di King Lear (1605) fa parte della Terza Fase del canone shakespeariano, ritenuta tra le opere il cui valore, sottolineano i critici, è di particolare rilevanza nella produzione del Bardo. Il nostro approfondimento viene pubblicato in relazione al concerto diretto da Abbado a Santa Cecilia con musiche di Dmitrij Šostakovič come colonna sonora dell'omonimo film di Kozincev. Qui è pubblicata la seconda parte dell'approfondimento.

  • William Dyce
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    La tragedia di King Lear (1605) fa parte della Terza Fase del canone shakespeariano, ritenuta tra le opere il cui valore, sottolineano i critici, è di particolare rilevanza nella produzione del Bardo. Il nostro approfondimento viene pubblicato in relazione al concerto diretto da Abbado a Santa Cecilia con musiche di Dmitrij Šostakovič come colonna sonora dell'omonimo film di Kozincev.

  • Io e Dio di Vito Mancuso
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    Il libro di Vito Mancuso, teologo e filosofo, Io e Dio, edizioni Garzanti, offre al lettore con grande chiarezza una immagine della divinità ed una serie di ragioni su cui rinnovare la fede nella trascendenza divina.

  • Caro fratello di Riyoko Ikeda
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    A sedici anni dalla prima proposta, torna in due volumi e in un'edizione di lusso Caro fratello, l'altro capolavoro di Riyoko Ikeda oltre a Le rose di Versailles. La storia è breve e di ambientazione contemporanea, ma densa di eventi e di sentimenti, dramma psicologico sulle difficoltà del crescere, dell'amare, dell'essere, osservate dal punto di vista delle donne, o meglio di un gruppo di insolite e incredibili amiche-nemiche, capaci di provare sentimenti elevati ma anche di commettere bassezze infami.

  • La Seconda Mezzanotte di Antonio Scurati
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    Nel dibattito culturale contemporaneo la parola declino indica e designa una prospettiva di decadenza per il mondo occidentale, in seguito alla crescita impetuosa delle economie asiatiche. Antonio Scurati, scrittore di fama internazionale ed editorialista de La Stampa, ha scritto un libro di grande complessità su questo tema, il cui titolo è La Seconda Mezzanotte per le edizioni Bompiani.

  • Banville L'infinito
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    Nelle opere dei grandi scrittori del nostro tempo raramente accade di incontrare figure che appartengono alla cultura antica ed alla mitologia classica. Nell’ultimo libro di John Banville, uno dei maggiori intellettuali del nostro tempo, il cui titolo è Teoria degli infiniti (Parma, Guanda, 2011) la narrazione è affidata alla voce ed allo sguardo di Ermes, che, secondo la mitologia, discende da Zeus.