musica

  • Siegfried
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Al 65° Festival di Lubiana la seconda e terza giornata dell'Anello dei Nibelunghi (Der Ring des Nibelungen) di Richard Wagner approdano con lo stesso Maestro Valery Gergiev e l'Orchestra del Marinskij di San Pietroburgo, che nel 2013 avevano presentato il prologo L'Oro del Reno (Das Rheingold) e la prima giornata La Valchiria (Die Walküre): i primi due capitoli della tetralogia teutonica. Siegfried il 29 agosto e Il crepuscolo degli dei (Die Götterdämmerung) il 30 agosto di quest'anno la compongono per intero, per un doppio appuntamento con il ciclo musicale nordico per antonomasia.

  • MITO
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Dal 3 al 21 settembre torna tra Torino e Milano la rassegna di concerti gratuiti o a prezzi popolari di MITO SettembreMusica, con stavolta come filo conduttore la natura.  Il festival raddoppia gli appuntamenti in piazza, con l’Open Singing, giornata dedicata ai cori il 9 a Torino e il 10 a Milano, e l’esecuzione della Nona di Beethoven, presentando tra i direttori noti illustri come quelli di Semyon Bychkov, Riccardo Chailly, Mikko Franck, Gianandrea Noseda e Daniele Rustioni, tra i solisti Gauthier Capuçon, Julian Rachlin, Ian Bostridge, Jean-Yves Thibaudet, Lilya Zilberstein, Gabriela Montero, Truls Mørk e Salvatore Accardo varie orchestre come la Gustav Mahler Jugendorchester, protagonista dei concerti inaugurali, l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l'Orchestra del Teatro Regio di Torino e l’Orchestra Filarmonica della Scala.

  • Lady Macbeth
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Al Salzburger Festspiele del 2017 nella Großes Festspielhaus voluta da Karajan, l'opera più controversa di Dimitrij Shostakovich (San Pietroburgo, 25 settembre 1906 – Mosca, 9 agosto 1975): Una Lady Macbeth del distretto di Mzensk (in originale russo: Леди Макбет Мценского уезда, Ledi Makbet Mtsenskogo Uyezda) con il libretto di Alexander Preis, che ha avuto la sua premiere a San Pietroburgo (allora Leningrado) il 22 gennaio del 1934 al Maly Operny. Con la premiere il 2 agosto con Nina Stemme già malata, ha avuto una speciale sostituzione con la soprano russa Evgenia Muraveva che ha debuttato a Salisburgo nel ruolo di Katerina Izmajlova. Sul podio il celebrato direttore specializzato sul nostro russo a dirigere i Wiener Philarmoniker, il lettone Mariss Jansons; alla regia Andreas Kriegenburg, famoso per il suo Ring alla Staatsoper di Monaco di Baviera.

  • Ariodante
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    La straordinaria première di Ariodante di Georg Friedrich Händel al Festival di Salisburgo, il 16 agosto 2017 nella Haus für Mozart, è stata un successo preparato accuratamente dall'intero cast, a cominciare dalla splendida lettura händeliana a cura del milanese Gianluca Capuano, che ha fatto brillare l'Orchestra specialista nel Barocco Les Musiciens du Prince de Monaco insieme al Salzburger Bachchor. Nei due ruoli principali Cecilia Bartoli nelle vesti maschili (ma anche incredibilmente femminili) di Ariodante e Rolando Villazón in quelli del fratello Lurcanio; Ginevra è interpretata da una giovanissima e virtuosa soprano di coloratura americano: Kathryn Lewek.

  • Vulci, Ensemble Roma Sinfonietta, Pontecorvo, Mion, Di Maria, Maestri, di spalle. Foto Virginia Listanti
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Il cortile del Castello della Badia a Vulci è stata l’incantevole cornice della III edizione di Tra Musica e Danza Estate, stagione organizzata da Associazione Culturale Musica d’oggi – Roma Sinfonietta con la collaborazione del Comune di Montalto di Castro e del Mibact.

  • Concerto di Chiusura Roland Böer - foto Irene Trancossi
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Il 42° Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano si è concluso il 30 luglio scorso con il tradizionale concerto in Piazza Grande, dedicato al tema di questa edizione Contemplazione ed Estasi. Tre i direttori che si sono alternati nella direzione, la piazza gremita di pubblico ha lungamente applaudito gli interpreti.

  • Detlev Glanert e Andrea Giorgi foto Irene Trancossi
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Il secondo concerto della RNMC Symphony Orchestra al 42° Cantiere Internazionale d’Arte si è svolto il 26 luglio scorso nel Tempio di San Biagio, magnifica gemma rinascimentale di Montepulciano, sotto la direzione di Daniele Giorgi, noto violinista, direttore d’orchestra e compositore.

  • Lenzi Mozart.JPG
    Articolo di: 
    Piero Barbareschi

    Carlo Lenzi e W.A.Mozart: Musica sacra in lombardia. Un CD Pan Classics con il soprano Francesca Lombardi Mazzulli e con l'Ensemble Autarena diretto da Marcello Scandelli. Senza dubbio il titolo di questo CD Pan Classics, distribuito da New Communication, attira l'attenzione. L'occhio cade subito sul nome di Mozart, che è però accostato ad un altro autore sicuramente pressochè sconosciuto ai non addetti ai lavori: Carlo Lenzi. Altra indicazione che incuriosisce è il repertorio: musica sacra, localizzata in un ambito geografico ben definito, la lombardia, nella seconda metà del 1700 (1770-1780).

  • Vostok
    Articolo di: 
    Barbara Gigliotti

    L'ultimo capolavoro dei Vostok , “La geometria delle abitudini”, ovvero “il dovere, l'impegno che prendi con ciò che ami” lascia presagire, sin dal titolo, un concept molto profondo che dirama su diversi aspetti: sociali, affettivi, musicali, artistici e anche lavorativi. Un filo continuo dove amore e impegno si alimentano l'uno con l'altro, generando un CD ricco di intimità e ricercatezza.

  • God is an Astronaut
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    Il 10 luglio del 2017 il tradizionale palcoscenico di Roma incontra il mondo, allestito, come ogni estate, nella bella cornice di Villa Ada, si è riempito di sonorità piuttosto inusuali. Hanno infatti fatto la loro apparizione i God is Astronaut, una delle più interessanti formazioni di quel genere etichettato come post rock, di origine irlandese e ormai attivi dal 2002.