musica

  • Rondeau
    Articolo di: 
    Piero Barbareschi

    In questo recente CD Rondeau Production, distribuito da Ducale, sono affiancate tre composizioni funebri di Luigi Cherubini, autore forse oggi non adeguatamente valorizzato ed eseguito, ma che ha rappresentato, nel panorama della musica strumentale, sinfonica e corale a cavallo dei secoli XVIII e XIX un punto di riferimento ed un modello per i più grandi autori del periodo.

  • Krzysztof Urbański
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Due importanti debutti a Santa Cecilia: la prima esecuzione italiana di un trittico per orchestra di Guillaume Connesson (classe 1970) con Les cités de Lovecraft, commissione dell’Accademia di Santa Cecilia, nell’ambito del progetto europeo Music Up Close Network; e quello del direttore polacco Krzysztof Urbański (classe 1982), attuale Direttore Musicale della Indianapolis Symphony Orchestra. I tre giorni dedicati a questo “ambo” musicale sono stati il 14, 15 e 16 giugno scorsi ed hanno inoltre ripresentato i celebri Carmina Burana di Carl Orff con due artisti del Coro di Santa Cecilia: Chiara Chizzoni e Marco Santarelli come Solisti, affiancati dal baritono slovacco Dalibor Jenis. Il Coro e le Voci bianche dell'Accademia saranno diretti come sempre da Ciro Visco.

  • Adriana Lecouvrer
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Il Teatro de la Maestranza di Siviglia ha presentato uno splendido allestimento di Adriana Lecouvrer di Francesco Cilea firmato dal Teatro di San Carlo di Napoli; l'opera per la prima volta ha calcato il palcoscenico di questo teatro dall'acustica eccezionale e con la direzione straordinaria del giovane direttore e compositore spagnolo Pedro Halffter Caro e la regia di Lorenzo Mariani, dal 21 maggio al 2 giugno scorsi. Il cast è altrettanto di ottima levatura con la soprano spagnola Ainhoa Arteta; il tenore romeno Teodor Ilincai in Maurizio ed il mezzosoprano uzbeko Ksenia Dudnikova come Principessa  di Bouillon.

  • da sinistra: Giovanni Oliva, Roland Böer, Sonia Mazzini, Andrea Rossi
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Il 43° Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano si svolgerà dal 12 al 29 luglio 2018 e si articolerà in 65 appuntamenti distribuiti tra Montepulciano e i Comuni di Cetona, Chianciano Terme, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena, Trequanda; Vita Morte Meraviglie è il titolo scelto dal direttore artistico e musicale, Roland Böer.

  • Philippe Herreweghe
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Il Festival Collegium Vocale Crete Senesi arriva al suo diciottesimo appuntamento che, sempre sotto la direzione artistica Philippe Herreweghe, di quest'anno si svolgerà  da domenica 29 Luglio a venerdì 3 Agosto 2018.

  • John Eliot Gardiner e Reginal Mobley
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    È stata una serata indimenticabile quella del 19 maggio scorso che ha concluso la Stagione degli Amici della musica di Perugia 2017-18. John Eliot Gardiner ha diretto i complessi da lui creati, l'English Baroque Soloist e il Monteverdi Choir in una superba esecuzione  delle Cantate BWV 81, 20, 78 e 140 di Johann Sebastian Bach, salutata dagli scroscianti applausi del pubblico che gremiva la Chiesa di San Pietro.

  • [3818] Trifonov2.jpg
    Articolo di: 
    Piero Barbareschi

    Atteso debutto genovese al Teatro Carlo Felice per la Stagione 2017/2018 della GOG di Daniil Trifonov, straordinario ed ancor giovane interprete che ha già trovato una stabile e meritata collocazione nell'olimpo delle eccellenze mondiali, con un programma imperniato sulla figura di Chopin, sia come autore sia come modello per altri compositori di brani a lui dedicati o ispirati.

  • Marcello Panni
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    L'Oratorio, un genere antico nato nella Roma del ‘600, è stata la forma musicale scelta da Marcello Panni per esplorare l'Apocalisse, l'ultimo dei libri sacri, il più denso di simboli, di visioni. L'esecuzione romana del 14 maggio scorso è giunta dopo la prima rappresentazione a Spoleto per il Festival nel 2009 e le recenti esecuzioni nel Duomo di Monza e nella chiesa di San Marco a Milano.

  • Billy Budd
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Dal romanzo breve di Herman Melville, pubblicato postumo nel 1924, l'omonimo Billy Budd (sottotitolato: un marinaio), l'opera di Benjamin Britten giunge al suo debutto sul palcoscenico del Teatro dell'Opera di Roma dall’8 al 15 maggio con James Conlon sul podio – che ha già diretto di Britten a Roma A Midsummer Night's  Dream nel 2012,  Curlew River l'anno dopo e A Prodigal Son nel 2014 – e Deborah Warner alla regia  Un cast anglosassone di rilievo completa questo nuovo allestimento in coproduzione col Teatro Real di Madrid e il Royal Opera House Covent Garden e già premiato a Londra con l’International Opera Award come “migliore nuova produzione”.

  • Mirga Gražinytė-Tyla
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    L'Accademia Nazionale di Santa Cecilia ha aperto il FLUX, il Festival Lituano delle Arti, lo scorso 4 maggio all'Auditorium Parco della Musica di Roma dedicando tre serate ad una delle più giovani e dotate direttrici d'Orchestra: nata  a Vilnius nel 1986, Mirga Gražinytė-Tyla è la prima donna a essere stata nominata direttore della City of Birmingham Symphony Orchestra, dopo Sakari Oramo e Sir Simon Rattle. Tra i PROMS di Londra ed il MET di New York, la sua carriera si preannuncia fulgida.