Editoriale. Và pensiero sull'aere del Circo Massimo