Umberto D. Flaik e l'economia della solitudine. Seconda Parte