King Lear. La parola come inganno ed il dramma della marginalità. Seconda parte