Rembrandt in Vaticano. Chiaroscuri da Leida

Articolo di: 
Daniela Puggioni

Fino al 26 febbraio 2017 i Musei Vaticani ospiteranno la mostra “Rembrandt in Vaticano. Immagini fra cielo e terra”, un evento organizzato dai Musei Vaticani e dalle Ambasciate di Svezia e del Regno dei Paesi Bassi presso la Santa Sede, in collaborazione con il Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani.

Museo Barracco. All’ombra delle piramidi

Articolo di: 
Nica Fiori

All’ombra delle piramidi. La mastaba del dignitario Nefer” è l’affascinante titolo di una piccola ma interessante mostra che il Museo Barracco dedica dal 30 dicembre 2016 al 28 maggio 2017 alla “stele della falsa porta di Nefer”, la prima opera della raccolta egizia di Giovanni Barracco, da lui acquistata a Parigi nel 1868, quando vennero messi all’asta i pezzi della collezione di Napoléon-Joseph-Charles-Paul Bonaparte, detto Plon Plon, figlio di Girolamo, fratello minore di Napoleone I. 

Palazzo Braschi. Artemisia: il dramma e la vendetta

Articolo di: 
Giulio de Martino

Una mostra filologicamente agguerrita, intitolata Artemisia Gentileschi e il suo tempo, si visita al Museo di Roma - Palazzo Braschi, fino al 7 maggio 2017. Un lavoro di destratificazione ideologica e di ricostruzione storica e estetica della figura della grande pittrice seicentesca – come ha illustrato Nicola Spinosa durante la presentazione alla stampa e come è ribadito nel pregevole catalogo di Skirà – non era più rinviabile vista la grande popolarità di cui gode oggi.

Firenze. Scandire il tempo a Palazzo Pitti

Articolo di: 
Daniela Puggioni

Palazzo Pitti è uno scrigno prezioso che custodisce straordinari capolavori, a queste si aggiungono opere di raffinatissimo artigianato, poiché è stato anche una reggia, in cui si sono avvicendate tre dinastie, i Medici, i Lorena e i Savoia. La mostra ora in corso, Tempo Reale e tempo della realtà Gli orologi di Palazzo Pitti dal XVII al XX secolo, che si concluderà il prossimo 8 gennaio, è dedicata agli orologi, che sono oggetti emblematici alla cui realizzazione concorrono le più diverse forme di altissimo artigianato.

L'arte sacra di Manzù a Castel Sant'Angelo e ad Ardea con Fontana

Articolo di: 
Nica Fiori

L’inaugurazione nel 1964 nella Basilica di San Pietro della Porta della Morte di Giacomo Manzù segna una data importante per la storia dell’arte italiana del Novecento e consacra lo scultore bergamasco, amico di papa Roncalli, come grande artefice di arte sacra. Ma già molto prima il maestro aveva maturato una notevole capacità espressiva nell’umanizzare l’arte religiosa. La grande mostra intitolata “Manzù. Dialoghi sulla spiritualità, con Lucio Fontana” approfondisce la conoscenza del rapporto del “comunista” Manzù con i temi sacri a Castel Sant’Angelo e prosegue nel museo Giacomo Manzù di Ardea in un confronto diretto con Lucio Fontana.

Centrale Montemartini. Il treno di Pio IX

Articolo di: 
Nica Fiori

La Centrale Montemartini, ovvero il museo archeologico comunale sistemato nell’ex centrale elettrica di via Ostiense, dal 4 novembre si è arricchito di una nuova sezione, dedicata al treno di Pio IX, che ben si sposa con la primitiva vocazione tecnologica dell’edificio. I tre lussuosi vagoni che lo compongono sono i più antichi ancora presenti in Italia e hanno un fascino indubbio legato alle decorazioni e agli arredi ottocenteschi.

Ara Pacis. Les images secondo Picasso

Articolo di: 
Daniela Puggioni

Il Museo dell’Ara Pacis di Roma ospita dal 14 ottobre 2016 al 19 febbraio 2017 la mostra Picasso images. Le opere, l’artista, il personaggio, un evento promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, ideata da Electa in collaborazione con il Musée national Picasso-Paris ed organizzata con Zètema Progetto Cultura.

Torino. La trasgressione erotica di Carol Rama alla GAM

Articolo di: 
Elena Romanello

Dopo un lungo viaggio che ha toccato Barcellona, Parigi e Dublino, Carol Rama, artista tragressiva e eclettica, è tornata nella sua Torino con La passione secondo Carol Rama, di scena alla GAM di via Magenta fino al 5 febbraio prossimo. 

Palazzo Chiablese Torino. Il genio multiforme di Toulose-Lautrec

Articolo di: 
Elena Romanello

Dopo un percorso tormentato che aveva messo in forse il suo arrivo, Torino ospita finalmente la mostra su Toulouse-Lautrec, di scena fino al 5 marzo prossimo a Palazzo Chiablese, nel Polo Reale. Il percorso espositivo comprende 170 opere che arrivano dalla collezione dell’Herakleidon Museum di Atene, che parlano di aspetti meno noti dell'artista, e cioè la sua attività come incisore, illustratore di libri e cartellonista.

Quirinale. Sulla strada sacra e gotica della Slovacchia

Articolo di: 
Nica Fiori

Non poteva mancare un’esposizione dedicata alla Repubblica Slovacca in questo suo semestre di Presidenza al Consiglio dell’Unione Europea. Ospitata nel Quirinale, nella Palazzina Gregoriana, la mostra “Tesori gotici dalla Slovacchia” ci introduce alla conoscenza dell’arte slovacca del tardo Medioevo (XV - XVI secolo), con capolavori mai usciti prima dal Paese. L’evento, oltre ad essere di grande rilevanza artistica, è segno di un'apertura verso l'Europa orientale, alla ricerca di quelle comuni radici cristiane e artistiche che potremmo idealmente far risalire al IX secolo, quando i santi missionari Cirillo e Metodio, creatori dell'alfabeto cirillico, arrivarono tra i popoli slavi per diffondervi la parola di Dio.