Doppia performance di Umberto Eco all'Auditorium. I maestri e la filosofia

Articolo di: 
Teo Orlando

Una doppia perforrmance ha visto come protagonista Umberto Eco nell'ambito dell'edizione 2015 di Libri come. Festa del libro e della lettura, svoltasi dal 12 al 15 marzo 2015 presso l'Auditorium Parco della Musica di Roma. La prima conferenza ha visto il grande filosofo e scrittore confrontarsi con Marino Sinibaldi sul tema "I miei maestri". Nella seconda, ha presentato, con Riccardo Fedriga che ne è il co-curatore, la Storia della filosofia da lui curata e pubblicata da Laterza.

Sottomissione di Michel Houellebecq. La distopia dell'Islam radicale

Articolo di: 
Giuseppe Talarico

Sottomissione, il libro di Michel Houellebecq, è divenuto un caso letterario internazionale, sia perché prefigura una distopia, immaginando la Francia sottomessa all’Islam radicale, sia perché è stato pubblicato negli stessi giorni in cui il mondo era turbato e scosso, in seguito all’attentato terroristico avvenuto a Parigi contro il giornale satirico Charlie Hebdo.

Il caso di Joseph Conrad. Un classico ritrovato

Articolo di: 
Giuseppe Talarico

I grandi libri della letteratura occidentale hanno spesso la capacità di porre il lettore di fronte ai grandi interrogativi della vita umana. Circostanza puntualmente realizzata con il libro di Joseph Conrad, una grande figura della cultura letteraria moderna, riproposto dall’editore Adelphi all’attenzione dei lettori nella collana Biblioteca in una nuova e pregevole traduzione, il cui titolo è Il caso. 

Roderick Duddle di Michele Mari. Un romanzo di appendice stile Ottocento

Articolo di: 
Giuseppe Talarico

È possibile scrivere un libro che sia capace di riprodurre lo stile e la struttura narrativa dei grandi romanzi dell’Ottocento? Questo interrogativo si impone nella mente del lettore che abbia avuto il privilegio di leggere l’ultimo romanzo di Michele Mari, intitolato Roderick Duddle e pubblicato dalla casa editrice Einaudi.

Centro Russo di Roma. Michilli traduce Lermontov

Articolo di: 
Livia Bidoli

Il 3 ottobre 1814 nasce a Mosca il poeta Michail Jur'evič Lermontov: oggi sarebbe stato il 15 ottobre, poiché il vecchio calendario giuliano era spostato indietro di 12 o 13 giorni fino al 1917. Duecento anni dopo, il 7 ottobre, si dà inizio ai festeggiamenti in suo onore in Russia ed a Roma, al Centro Russo di Scienza e Cultura. Un convegno ne presenta l’album commemorativo “Lermontov” (“Лермантовъ”), l’inaugurazione della mostra “Lermontov. 200 anni” ed un concerto finale. Soprattutto però, è stata presentata una nuova traduzione a cura di Roberto Michilli dei versi del poeta contemporaneo a Puškin e che a quest'ultimo dedicò l'elegia La morte del poeta, che rese Lermontov celebre in tutta la terra russa.

Rezzori. Il vulnerabile Abele

Articolo di: 
Giuseppe Talarico

I grandi autori della cultura mitteleuropea hanno saputo offrire attraverso le loro opere letterarie una rappresentazione di un mondo perduto, che è stato annientato e cancellato dalla violenza della storia nella prima parte del secolo XX. Appartiene a questa categoria di opere letteraria il libro di Gregor Von Rezzori La morte di mio fratello Abele, da poco ripubblicato dalla Bompiani con una bella introduzione di Claudio Magris.

Giuseppe Monsagrati. Roma e il potere temporale

Articolo di: 
Giuseppe Talarico

Per capire e conoscere in che modo, dopo il Risorgimento, i patrioti riuscirono a creare e a dare vita all'unità d'Italia, è fondamentale ripensare gli eventi che segnarono l'avvento e la capitolazione della Repubblica Romana nel 1849. A questo proposito, utile e imprescindibile appare il libro di un grande studioso, da poco arrivato in libreria, edito dalla Laterza con il titolo Roma senza il Papa, di cui è autore l'autorevole storico Giuseppe Monsagrati.

I Romani contro i Cimbri. Un conflitto dell'antichità secondo Sebastiano Vassalli

Articolo di: 
Giuseppe Talarico

Per cause misteriose e spesso difficili da comprendere è accaduto che grandi eventi della storia antica si siano inabissati nell'oblio senza lasciare tracce e senza che di essi se ne abbia più un vivido ricordo. La grande letteratura, grazie alle opere letterarie dei grandi scrittori, rende possibile il recupero di vicende che appartengono alla storia remota del mondo antico. Appartiene a questa categoria di opere letterarie l'ultimo romanzo di Sebastiano Vassalli, intellettuale tra i maggiori del nostro Paese, intitolato Terre selvagge, da poco approdato in libreria e pubblicato dalla Rizzoli.

Castelvecchi pubblica l'Elisabetta di Lytton Strachey

Articolo di: 
Elena Romanello

La Castelvecchi continua la sua riproposta di biografie classiche, uscite decenni fa in Italia e oggi spesso non più reperibili, con la pubblicazione di Elisabetta e il conte di Essex di Lytton Strachey, scritta dall'autore, vissuto tra il 1880 e il 1932, nel 1928, nel periodo in cui faceva parte del celebre circolo letterario londinese di Blooomsbury, frequentato anche da Virginia Woolf e Vita Sackville West.

Pavesio. L'Aurora guerriera della Baraldi

Articolo di: 
Elena Romanello

Il libro illustrato è per molti di noi legato essenzialmente all’infanzia, soprattutto qui in Italia, anche se negli ultimi anni sono stati editati libri a illustrazione, a volte anche con la tecnica antica ma sempre attuale del pop up, rivolti non solo ai bambini ma anche agli adulti, partendo spesso dal genere della fiaba, nonna del moderno fantasy e adatta a riletture e strizzate d’occhio non sempre per i più piccoli, ai quali tra l’altro in origine non era poi così destinata. In quest’ottica la Pavesio editore di Torino apre una nuova linea editoriale oltre a quella classica sui fumetti con il romanzo illustrato Aurora Sleeping Beauty, scritto da Barbara Baraldi, nome già noto del fantastico italiano, e con le immagini di Lucio Parrillo.