teatro

  • 5721.jpg
    Articolo di: 
    Roberto Begnini

    L'italiana in Algeri di Gioachino Rossini è la prossima produzione della stagione operistica del Sodre 2017 di Montevideo - Uruguay. Sarà presentata nella sala principale Auditorio Nacional Adela Reta da venerdì 27 ottobre a venerdì 4 novembre 2017 in sei funzioni uniche.   

  • Monumental
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    L'Auditorium Conciliazione, benché ormai meno sotto i riflettori del suo "fratello" più giovane, il Parco della Musica, è ancora in grado di ospitare eventi sorprendenti e di qualità eccelsa. Dopo il memorabile concerto dei King Crimson del 12 novembre 2016, il 13 e il 14 ottobre 2017 è stato il turno dei Godspeed You! Black Emperor, formazione post rock canadese, che ha "sonorizzato" un altro evento, ossia il balletto Monumental dell'ensemble The Holy Body Tatoo.

  • Festival OperaInCanto "Combattimenti" foto di insieme
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Nell'anno in cui ricorre l'anniversario dei 450 anni dalla nascita di Claudio Monteverdi, il Festival OperaInCanto ha presentato un solo spettacolo incentrato sul celeberrimo capolavoro del musicista cremonese, il Combattimento di Tancredi e Clorinda. Preceduto da Orazi e Curiazi di Giorgio Battistelli e seguito da Tancredi appresso il Combattimento di Claudio Ambrosini, il tutto è stato concepito come un “Trittico” senza interruzione.

  • On-Off
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Lo scorso mercoledì 11 e giovedì 12 ottobre il dittico scandinavo composto da She ed On-Off ha chiuso il percorso del primo gruppo di artisti coinvolti nel progetto “Fabbrica”. In scena al Teatro Nazionale due opere brevi in due nuovi allestimenti: On-Off di Sara Caneva e She di Maria Kallionpää. entrambe su libretto di Stefano Simone Pintor insieme ai giovani artisti del progetto Fabbrica, nato due anni orsono nell'ambito della valorizzazione di giovani talenti e del loro inserimento professionale.

  • Fra Diavolo
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Al Teatro dell'Opera di Roma un nuovo allestimento in coproduzione con il Teatro Massimo di Palermo con la regia di Giorgio Barberio Corsetti e le scene in collaborazione con Massimo Troncanetti: la grande novità è che le scene sono state prodotte da una stampante in 3D di dimensioni eccezionali. Dall'8 al 21 ottobre con l'anteprima giovani il 6 torna al Costanzi l'opéra comique Fra Diavolo di Daniel-François Auber, su libretto di Eugène Scribe. che ha visto la sua prima assoluta a Parigi nel 1830, e che all'Opera di Roma venne ripresa una sola volta nel 1884.

  • stabile
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Ottobre vede il debutto della stagione 2017-18 del Teatro Stabile di Torino, che vedrà succedersi sul palcoscenico sedici produzioni, di cui cinque novità, sei coproduzioni e cinque ripresi, ventinove spettacoli ospiti e i ventiquattro appuntamenti con Torinodanza. In programma proposte molto variegate, legate all’attualità, alla drammaturgia contemporanea, ma anche alla rilettura dei classici.

  • Torinodanza
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Dal 12 settembre al 1 dicembre torna Torinodanza, la rassegna con cui ogni anno sotto la Mole si celebra la danza contemporanea con una serie di eventi di respiro internazionale. In particolare, quest’anno Torinodanza presenta un cartellone variegato, con un mosaico di quegli stili e di quegli artisti che precedono il contemporaneo e ne costituiscono il fondamento.

  • Ann-Beth Solvang
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Per le Innsbrucker Festwochen der Alte Musik un appuntamento molto particolare con ben tre Arianne il 24 agosto sera nel regale parterre del Castello Ambras, nella Spanischer Saal (la Sala Spagnola), ovverosia tre versioni di Ariadne auf Naxos (Arianna a Nasso): la prima è una cantata a firma Johann Adolph Scheibe cui segue la cantata del più celebre Joseph Haydn; la terza è a firma Georg Anton Benda, ed è un testo teatrale in un atto con tre attori ed un piano.

  • Espacio Espiral
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Martedì 14 settembre si è svolta nella bella cornice dell'Ambasciata di Spagna a Roma di Palazzo Borghese una presentazione per un progetto di unione condivisa che, nelle intenzioni di tutti gli enti coinvolti, spagnoli ed italiani, vuole fare da “ponte” fra due culture da sempre allineate culturalmente su interessi profondamente e culturalmente affini: le due nazioni coinvolte sono Spagna ed Italia. L'Ambasciata di Spagna in Italia, alla presenza dell’Ambasciatore di Spagna in Italia, Jesús Manuel Gracia Aldaz, in collaborazione con l’Associazione Europea delle Vie Francigene e realizzato grazie al patrocinio di Indra e diversi organismi regionali spagnoli, ha presentato il festival Remover Roma con Santiago che inaugurerà il 2 ottobre la sinergia completa tra gli istituti culturali spagnoli di Roma.

  • Crepuscolo degli dei
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    La terza giornata dell'Anello dei Nibelunghi (Der Ring des Nibelungen) ossia il Crepuscolo degli dei (Die Götterdämmerung) conclude la Tetralogia wagneriana al 65° Festival di Lubiana il 30 agosto con Valery Gergiev alla bacchetta e direzione della sua Orchestra del Teatro Mariinsky di San Pietroburgo e nell'allestimento curato dal Marinskij con alla regia Gergiev e George Tsypin. L'anello è tratto ed è nelle mani di Brunilde dopo che Siegfried parte per le nuove avventure che concluderanno il ciclo attraverso la distruzione di un vecchio ordine sociale, quello degli Dei, inaugurando l'avvenire concepito da Wagner già nella stesura del 1848, durante i suoi anni anarchici alla rivoluzione di Dresda.