teatro

  • Lo Schiaccianoci
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Lo schiaccianoci con André De La Roche, o meglio Schiaccianoci e Fata Confetto en travesti, è stato presentato al Teatro Quirino dal 21 al 23 dicembre  2016. Le coreografie sono di Mario Piazza e la drammaturgia di Riccardo Reim. Ho assistito ad uno spettacolo di autentica danza contemporanea dal gusto insolito e tecnologico sulle punte del Balletto di Roma.

  • Un tram che si chiama desiderio
    Articolo di: 
    Pietro Puca

    La stagione teatrale del Teatro Stabile/Mercadante di Napoli ha proseguito col suo terzo appuntamento fino all'11 dicembre 2016 con Un tram che si chiama desiderio, un titolo imponente sia per l’argomento trattato (o, meglio, per il coacervo che in esso si ritrovano) che per la fama del suo autore, Tennessee Williams, il quale, unitamente al grande Arthur Miller si contende il podio di uno dei maggiori drammaturghi statunitensi del dopoguerra.

  • Un’infinita primavera attendo
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    Il 9 dicembre 2016 il Teatro Palladium di Roma, consociato con l'Università di Roma Tre, ha visto la première dell'opera Un'infinita primavera attendo, su libretto di Sandro Cappelletto e con le musiche di Daniele Carini. Al centro dell'opera è la figura del grande statista Aldo Moro, di cui quest'anno si celebra il centenario della nascita. Contrariamente a quanto ci si potrebbe attendere, l'opera non ruota intorno al sequestro, alla prigionia e al tragico epilogo della vicenda terrena del politico pugliese, sequestrato e poi assassinato dalle Brigate Rosse nel 1978.

  • Riondino e Pisano
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    Venerdì 2 dicembre 2016 l'Auditorium Parco della Musica di Roma ha ospitato un singolare spettacolo nella Sala Petrassi. David Riondino, cantautore e artista di molteplici interessi e talenti, che, fin dagli anni Settanta, ha sperimentato percorsi multimediali all'insegna della fusione eclettica di vari generi e tipi di spettacolo (dalla poesia alla satira, dalla riscrittura dei classici al cantautorato), ha presentato in quest'occasione l'affresco umano del Decameron di Giovanni Boccaccio, attraverso una serie di ballate, canzoni, letture, recitazioni e improvvisazioni.

  • Teatro di San Carlo
    Articolo di: 
    Pietro Puca

    La chiusura della stagione lirica 2015-2016 del Teatro di San Carlo di Napoli ha proposto due rarità messe a confronto il 17 e 18 novembre scorsi:: “Der Zwerg” di Alexander von Zemlinsky e “Il Tabarro” di Giacomo Puccini.

  • Oratorio del Gonfalone
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Lo splendido ciclo di affreschi del cinquecentesco Oratorio del Gonfalone a Roma è stata la magnifica cornice che ha accolto venerdì 17 novembre, l'esecuzione dell'Ester, liberatrice del popolo Ebreo, oratorio in due parti a cinque voci, su testo di Lelio Orsini con musiche di Alessandro Stradella, una composizione che raramente viene eseguita.

  • Jesi. Adelson e Salvini scena di insieme. Foto Stefano Binci
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    La 49ª Stagione Lirica di Tradizione del Teatro G.B. Pergolesi è stata inaugurata venerdì 11 novembre scorso dal nuovo allestimento di Adelson e Salvini di Vincenzo Bellini, opera prima del musicista catanese. Raramente messa in scena, la prima versione dell'opera è andata in scena in una nuova edizione critica. Lo spettacolo, che ha avuto una replica domenica 13, a cui si riferisce il presente articolo, è stato registrato in dvd dalla casa discografica Bongiovanni.

  • Umberto Orsini
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Fino 20 novembre, sul palcoscenico dell'Eliseo, Umberto Orsini calcherà le scene con la stessa piéce di Pirandello in cui ha recitato vent'anni anni fa con la regia di Gabriele Lavia proprio all'Eliseo: stessa parte, quella del protagonista, Leone Gala, ma diversa regia, quella di Roberto Valerio, inaugurata con lui stesso e Maurizio Balò, che collabora a quest'ultima ed alla scenografia -, ma, soprattutto, una riscrittura drammaturgica che apre un pertugio nella matassa dei ruoli pirandelliani, e guarda con l'occhio del ricordo a Il giuoco delle parti.

  • Un ballo in maschera
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Fino al 30 ottobre al Teatro dell'Opera di Roma, Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi torna dopo  l'ultima recita del 1985 al Costanzi e del 2001 alle Terme di Caracalla: la regia è affidata a Leo Muscato che conosciamo per un fortunato Rigoletto, e sul podio Jesús López-Cobos, per il magnifico Werther dello scorso anno con Francesco Meli nella parte principale allora come ora. Amelia è la soprano cinese Hui He, e la bravissima Serena Gamberoni recita nella parte di Oscar; il capitano Anckarström è Simone Piazzola.

  • D'Annunzio segreto
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    Nello spettacolo D’annunzio Segreto in prima nazionale, in scena al Teatro Quirino di Roma dall'11 al 16 ottobre, con la drammaturgia di cui è autore Angelo Crespi, la figura di Gabriele D’Annunzio - interpretata magistralmente da Edoardo Sylos Labini -, il vate e il poeta venerato durante il fascismo, viene mostrata nel momento crepuscolare della vita, subito prima della scomparsa del grande scrittore e poeta.