Gothic Network 3 Anno X 17 novembre 2017

Prossimo numero 24 novembre 2017

  • Alexander Malofeev
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Alla IUC - Istituzione Universitaria dei Concerti si è esibito per la prima volta in Italia sabato 11 novembre  un pianista russo di soli 16 anni presentando un programma tra i più impervi della storia della musica per piano: dal misterico Gaspard de la nuit di Ravel; poi la Sonata n. 2 di Rachmaninoff – brano accorciato per l'estrema complessità dal compositore stesso -; la Sonata n.2 di Chopin con la celebre marcia funebre ed ha ultimato il suo concerto da vero virtuoso, con la Sonata n. 7 di Prokofiev.

    »

  • Happy End
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Con un titolo come Happy End e la regia dell'austriaco Michael Haneke non ci si può che attendere un film assolutamente crudo, attuale, senza scrupoli di sorta. Ed infatti è proprio così: non attendetevi sconti sulla morale e soprattutto sulla realtà se entrate in un cinema per vederlo. Preparatevi a vedere attraverso quel cellulare che usate così spesso anche voi per riprendere di tutto,  di più, forse troppo a volte.

    »

  • veroamore
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Fino al 26 febbraio prossimo la GAM, Galleria di arte moderna, di Torino presenta una mostra dedicata alla Pop Art italiana.Con questo evento la GAM di Torino intende proseguire un lavoro di valorizzazione delle proprie collezioni, in un percorso espositivo di circa sessanta opere tra dipinti, sculture e video, intitolato Vero Amore come l’omonima opera di Mario Schifano del 1962 per raccontare la Pop Art in Italia.

    »

  • Copenaghen
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    Dal 24 ottobre al 12 novembre 2017 al Teatro Argentina di Roma va in scena Copenaghen del drammaturgo inglese Michael Frayn (prima assoluta a Londra al Royal National Theatre nel 1998), portato sul palcoscenico da un terzetto di grandi interpreti: Umberto Orsini nei panni di Niels Bohr, Massimo Popolizio in quelli di Werner Heisenberg e Giuliana Lojodice come moglie di Bohr, sotto la direzione di Mauro Avogadro. Un thriller scientifico-politico a tre voci: a metà tra immaginazione sbrigliata e ricostruzione storica, nello sforzo di chiarire che cosa avvenne nel 1941 quando il grande fisico Heisenberg, padre del principio d'indeterminazione, collaboratore dei nazisti e premio Nobel nel 1932, fece visita al suo maestro Bohr (pioniere della meccanica quantistica e anch'egli premio Nobel nel 1922), qualche anno prima dell'uso della Bomba atomica da parte degli americani a Hiroshima.

    »

  • tarocchi
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Il Museo Ettore Fico di Torino presenta due mostre per l’autuno e l’inverno, una in sede in via Cigna 114 e l’altra presso la Palazzina di Caccia di Stupinigi. In via Cigna è di scena fino al 14 gennaio Tarocchi - Dal Rinascimento a oggi, una mostra a cura di Anna Maria Morsucci, realizzata dal Museo Ettore Fico in collaborazione con la Casa Editrice Lo Scarabeo di Torino.

    »