Gothic Network 45 Anno X 16 ottobre 2018

Prossimo numero 23 ottobre 2018

  • West Side Story
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    L’Accademia Nazionale di Santa Cecilia ha deciso di aprire le danze sinfoniche con il piu' celebrato musical di tutti i tempi: West Side Story di Leonard Bernstein, che per la prima volta a Washington vide la sua anteprima il 19 agosto 1957. Fu la prima di una serie infinita di rappresentazioni che culminanarono a Broadway il 26 settembre dello stesso anno per poi volare in tournée: critiche tutte entusiaste. Antonio Pappano ha diretto l’Orchestra di Santa Cecilia (Auditorium Parco della musica, Sala Santa Cecilia) venerdì 12 ottobre  alle ore 20.30, con repliche sabato 13 ore 18 e domenica 14 ore 18, per celebrare la nuova stagione con Bernstein.

    »

  • Monumento alla Secessione
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Per soli tre giorni, il 22, 23 e 24 ottobre, Klimt & Schiele. Eros e Psiche approda nei cinema: un ritratto della Vienna tra fine Ottocento e inizio Novecento, ovvero la Finis Austriae: dal 1897, data della nascita della Secessione viennese fondata da Gustav Klimt, Kolomon Moser ed altri artisti austriaci che decisero di riformare l'arte viennese per cominciare, e finirono per creare un movimento vero e proprio che trasse il nome da loro ma che poi trovò in ogni paese un suo corrispettivo linguistico: dall'Art Nouveau in Francia, allo Judìgendstil in Germania e Svizzera, al Liberty in Italia.

    »

  • Japan
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Torino ospita l'edizione 2018 della Japan Week, evento dedicato alla cultura giapponese in tutte le sue forme. Infatti L’International Friendship Foundation/IFF, fondazione senza scopo di lucro ha scelto il capoluogo subalpino per celebrare questo importante evento, giunto alla quarantatreesima edizione, ogni anno in una città diversa, per far conoscere e apprezzare ai cittadini e ai turisti l'arte e la cultura giapponese. 

    »

  • Frank Zappa
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    L'ultimo album di Frak Zappa fu intitolato The Yellow Shark, lo squalo giallo con cui nel 1993 diede addio a tutti non prima di una serie di concerti leggendari proprio nella Mitteleuropa con Peter Rundel che ora lo omaggia, a 25 anni dalla scomparsa, insieme all’ensemble da camera Giorgio Bernasconi dell’Accademia Teatro alla Scala, specializzato nel repertorio del XX secolo, che il compositore, in questa suite, ripercorre senza sosta, da Berio a Bernstein, passando per Luigi Nono e addirittura le asperità di Strawinskij, dei suoi scherzi, che si delineano tra i quartetti d'archi e gli ottetti. In Sala Sinopoli al Parco della Musica lo scorso 10 ottobre, si è riproposta uan serata storica.

    »

  • Lucio Russo
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    Solo un matematico e storico della scienza che fosse dotato anche di una profonda conoscenza della cultura classica, come Lucio Russo, avrebbe potuto scrivere un libro come Perché la cultura classica. La risposta di un non classicista, edito per i tipi di Mondadori. Il libro è scritto in modo brillante, scorrevole, cristallino, ed è qui e lì percorso da una sottile ironia, quasi dissimulata dietro affermazioni apparentemente apodittiche. Il filo conduttore del libro si potrebbe riassumere nella seguente citazione: "D’altra parte i tentativi di sostituire la funzione svolta tradizionalmente dalla cultura classica con le nuove costruzioni unificanti [...], dallo strutturalismo alla teoria della complessità, sono tutti falliti. La cultura generale, rimasta priva di qualsiasi base unitaria, ha subito un crollo che ha abbassato a livelli un tempo inconcepibili an- che le conoscenze delle élite. Jefferson non avrebbe certo mai sospettato che dopo due secoli un suo successore potesse avere il livello culturale di Trump" (p. 202).

    »