Gothic Network 10 Anno VII 22 gennaio 2015

Prossima uscita 29 gennaio 2015

  • IUC Sollima Andeloro Leskovar Rashkovsky
    Articolo di: 
    Livia Bidoli e Teo Orlando

    Un concerto di rilievo virtuosistico alla IUC, Istituzione Universitaria dei Concerti. lo scorso 17 gennaio 2014, con un duo di violoncelli e pianoforti con dei masterpieces del Novecento: dal balletto che scioccò la platea dell'Opéra de Paris nel 1913, Stravinskij con Le sacre du printemps; all'altrettanto celebre musica per balletto Prélude à l’après-midi d’un faune di Debussy fino a La Valse di Ravel, che nacque come omaggio a Strauss; ed in ultimo la versione originale per due pianoforti di Lutosławski delle Variazioni su un tema di Paganini.

    »

  • White God
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    L'Angelo del Terribile che viene evocato dal regista Kornél Mundruczó citando Rilke come epiografe iniziale al film: “Tutto ciò che è terribile ha bisogno del nostro amore”, da subito traduce la nostra discesa negli inferi che propone questo White God, il Dio Bianco che non ha requie, né pietà per i suoi consimili e tanto meno per i suoi soggetti, come gli animali.

    »

  • Edipo re Manifattura Farani Sartoria Teatrale
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Si parla molto, a proposito e a sproposito, di tradizione, competenza professionale e creatività, un esempio concreto e affascinante è quello offerto dalla mostra che si è aperta il 17 gennaio 2014 a Palazzo Braschi, I vestiti dei sogni . Un secolo di storia del cinema attraverso l'arte dei grandi costumisti italiani, a cui è indissolubilmente unito il sapiente artigianato delle grandi sartorie: Tirelli costumi, Annamode, Costumi d’Arte, Devalle, Farani, Maison Gattinoni, The One, Sartoria Cesare Attolini e gli atelier Pieroni, Rocchetti, Pompei. 

    »

  • Go down, Moses
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Appena si legge il titolo dello spettacolo di Romeo Castellucci al Teatro Argentina di Roma dal 9 al 18 gennaio 2015, ossia Go down. Moses, vengono in mente prima la canzone omonima di Louis Armstrong, con il seguente Let my People go, e successivamente, la famosa raccolta di novelle considerate dal suo stesso autore un romanzo unitario, William Faulkner, che recita proprio “Go down, Moses”, stessa grafia e stessa ortografia.

    »

  • Conrad
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    I grandi libri della letteratura occidentale hanno spesso la capacità di porre il lettore di fronte ai grandi interrogativi della vita umana. Circostanza puntualmente realizzata con il libro di Joseph Conrad, una grande figura della cultura letteraria moderna, riproposto dall’editore Adelphi all’attenzione dei lettori nella collana Biblioteca in una nuova e pregevole traduzione, il cui titolo è Il caso. 

    »