Gothic Network 15 Anno XI 18 febbraio 2019

Prossimo numero 25 febbraio 2019

  • Jean-Yves Thibaudet e Mikko Franck
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Il concerto, che ha visto il ritorno di Mikko Franck, direttore ospite principale dell'Orchestra e del Coro dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, ha avuto un cambio di programma a causa dell'improvviso sciopero del Coro, e così al posto delle Cantate giovanili di Ravel scritte per il Prix de Rome è stato eseguito il Valse triste di Sibelius.

    »

  • Tintoretto
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    E' un'occasione fausta quella dei cinquecento anni dalla nascita di Tintoretto e SKY Arte, insieme alla distribuzione di Nexo Digital nell’ambito del progetto della Grande Arte al Cinema, hanno pensato di portare al cinema per un'unica volta e tre giorni, il 25, il 26 ed il 27 febbraio prossimi, il rutilante pittore veneziano, ribelle di nascita, per poi condurlo per il mondo in attesa della prossima mostra monografica dedicatagli a Washington dalla National Gallery of Art.

    »

  • sandy
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Fino al 24 marzo prossimo Camera, il centro italiano per la Fotografia a Torino in via delle Rosine 18, presenta la mostra Sandy Skoglund. Visioni ibride. La mostra è la prima antologica dell'artista statunitense, classe 1946, capace di mescolare fotografia, scultura, pittura, per creare risultati molto interessanti.

    »

  • Caterpillar ( Bruco) foto Equilibre Monaco
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    I Momix di Moses Pendleton ritornano a Roma e presenteranno dal 20 febbraio al 3 marzo Alice in prima mondiale per la nona edizione del Festival Internazionale della Danza di Roma organizzato dall’Accademia Filarmonica Romana e dal Teatro Olimpico.

    »

  • La musica negli occhi
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Il "nostro" Piero Barbareschi ha pubblicato un libro come se fosse uno spartito per una forma sonata: La musica negli occhi per la casa editrice A & B, raccontando, in forma di romanzo, uno spaccato di vita di un giovane pianista napoletano nell'era digitale con tanta immaginazione e a zonzo come musicista in erba. Ho detto "nostro" perchè Piero dal 2011, da quando l'ho conosciuto per l'uscita di un suo cd con Wide Classique, è entrato a far parte della squadra di giornalisti di Gothic Network dedicandosi in particolare alla musica, suo terreno di approfondita conoscenza.

    »