Gothic Network 41 Anno X 18 settembre 2018

Prossimo numero 25 settembre 2018

  • Wiener Concert Verein
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    La nuova stagione è dedicata a Francesca Fortuna, recentemente scomparsa, che ne è stata l’ideatrice, ed è stata presentata mercoledì scorso dal nuovo direttore artistico Giovanni D'Alò, che, prima di dedicarsi alla carriera giornalistica, aveva lavorato con lei per 16 anni.

    »

  • GIRL
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Con quattro premi al Festival di Cannes: Caméra d'or come migliore opera prima, Premio alla migliore interpretazione maschile della sezione Un Certain Regard, Premio Fipresci e Queer Palm, GIRL del giovane Lukas Dhont, regista belga classe 1991, si appresta ad uscire nelle sale italiane il 27 settembre, distribuito da Teodora, manifesta da subito una volontà di distinguersi, anche all’interno della tematica che affronta il film.

    »

  • Promo Festival Medioevo
    Articolo di: 
    Nica Fiori

    Barbari. La scoperta degli altri. È questo il tema della quarta edizione del Festival del Medioevo, che si tiene dal 26 al 30 settembre a Gubbio, in un contesto urbano splendidamente medievale. Non a caso la cittadina umbra è stata definita “città di pietra”, perché conserva strade, case, palazzi, che rievocano le atmosfere del passato.

    »

  • La bella addormentata
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Le incandescenti acclamazioni del pubblico hanno decretato il successo de La Bella Addormentata, capolavoro intramontabile di Pëtr Il'ič Čajkovskij, riproposto al Teatro Costanzi nella versione di Jean-Guillaume Bart con Marianela Nuñez, una radiosa Aurora, e Vadim Muntagirov, un prestante Principe Désiré.

    »

  • Mia madre era
    Articolo di: 
    Nica Fiori

    Circa 70 testi, dedicati dai figli (soprattutto figlie) alle proprie madri scomparse, sono stati riuniti nel volume “Mia madre era… “, il cui sottotitolo “Donne e famiglie del Novecento” specifica che abbiamo a che fare con la storia del secolo passato: una storia quotidiana, vissuta da donne qualunque, soprattutto del Sud e del Centro Italia, le cui testimonianze sono preziose per capire quanto queste figure siano state importanti per l’educazione dei figli e per sostenere le famiglie in un secolo di forti cambiamenti sociali.

    »