Gothic Network 22 Anno VII 23 aprile 2015

Prossima uscita 30 aprile 2015

  • Mario Caroli
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Il cd di Stradivarius dedicato ad uno dei rapporti più compositi ed imprescindibili per ricchezza d'espressione tra strumenti, ovvero flauto e pianoforte, si avvale di Mario Caroli al primo, e di Keiko Nakayama alla tastiera, facendoci avanzare nel meriggio caro a Debussy, il Prélude à l'après-midi del titolo, con un excursus piacevolissimo, partendo dal famoso colorista francese, ovviamente, fino a Ganne, ed imperlandosi di gemme che provengono da Fauré ad Enescu, e molti altri ancora.

    »

  • Rendez-Vous Quinta edizione
    Articolo di: 
    David Dori

    Mai cosi fertile e vitale (come in questi ultimi tre anni) il cinema francese con qualche nervatura belga è giunto all'appuntamento con il pubblico italiano con più di trenta titoli, per un viaggio bulimico che testimonia la vitalità di una cinematografia dirompente. La selezione presentata per questa quinta edizione di Rendez-Vous a Roma dall'8 al 12 aprile 2015, è un caleidoscopio di documentari, commedie, melodrammi, cinema autoriale e nuove tendenze, capacità di raccontare, e indagini psicologiche sempre supportate da innovazioni tecniche di primordine.

    »

  • Piramide Cestia
    Articolo di: 
    Nica Fiori

    La Piramide Bianca. Così viene definita la Piramide di Caio Cestio in una pubblicazione trilingue (italiano, inglese e giapponese), realizzata dalla Fondazione Italia-Giappone a seguito del suo restauro finanziato dall’imprenditore giapponese Yuzo Yagi. Il colore allude ovviamente al bianco marmo lunense che ricopre la piramide romana, ma allo stesso tempo anche al lavoro di ripulitura che ha tolto le erbacce e le proliferazioni batteriche che ne avevano alterato il colore originario.

    »

  • Quirino Doppio sogno
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Da una tradizione come quella stabilita da Arthur Schnitzler (1862-1931), dalle cui opere sono stati tratti altrettante pièces teatrali quanto film, la Fräulein Else di Paul Czinner del 1929, fino al più conosciuto Eyes Wide Shut da Doppio sogno, 1926 il libro, 1999 il film di Kubrick uscito postumo, è difficile allontanarsi con agilità per darne una originale rilettura alla luce della contemporaneità. La Compagnia Molière di Giancarlo Marinelli la espone al Teatro Quirino di Roma dal 7 al 19 aprile 2015.

    »

  • Holly Black Doll Bones
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    A molti appassionati il nome di Holly Black ricorda la serie di libri per bambini Spiderwick, in cui comunque l’autrice mostra un talento non certo comune a rielaborare folklore e riti di passaggio, come dimostrano le sue altre opere, sia romanzi che fumetti, fiabe nere dove il fantastico emerge dalla realtà di tutti i giorni, anche da quella più cruda, visto che nelle sue pagine trovano spazio ragazzi disagiati e ai margini.

    »