cinema

  • Separati-ma-non-troppo-film.jpg
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    Il regista francese Dominique Farrugia ha realizzato una divertente commedia a metà tra la pochade di tradizione transalpina e il film americano sulla crisi di coppia nella società contemporanea: Separati ma non troppo (in originale, Sous le même toit), in uscita nelle sale il 13 settembre.

  • 14625-la-settima-musa.jpg
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    Il regista catalano Jaume Balagueró, specializzato in horror psicologici, ci propone con La settima musa un film che combina con estrema perizia il thriller mozzafiato e l'indagine sul soprannaturale, partendo da un tema "universale", come quello del rapporto tra la poesia e l'amore. Dal thriller poliziesco tradizionale il film mutua l'idea che molti crimini siano di difficile o impossibile soluzione. Dall'horror psicologico viene ricavato  il fatto che  il mistero può nascondersi nei luoghi più impensabili, dalle antiche biblioteche ai caffè lungo la strada. Tutto ruota intorno alla figura di un professore universitario di letterature comparate, Samuel Solomon (Elliot Cowan), che si improvvisa detective dopo la morte della sua amata.

  • th.jpg
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    È in uscita nelle sale Skyscraper, un film a metà tra catastrofismo e thriller semi-fantascientifico, scritto diretto da Rawson Marshall Thurber, con la superstar globale Dwayne Johnson nei panni di Will Sawyer, ex agente FBI ed ex militare in Afghanistan, che, nonostante una gamba sostituita da una protesi artificiale come quelle di Oscar Pistorius, continua a lavorare come responsabile per la sicurezza di edifici grandi e complessi. Inviato in Cina, si trova a dover gestire l’edificio più alto e sicuro al mondo, il grattacielo Pearl, messo a fuoco e fiamme da un gruppo di terroristi, che fanno precipitare Sawyer in una situazione difficile da districare, nella quale dovrà anche salvare la propria famiglia intrappolata nel palazzo in fiamme.

  • Giochi di potere
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    Giochi di Potere (Backstabbing for Beginners) del regista danese Per Fly (nelle sale dall'11 luglio 2018) è un thriller politico ispirato all’autobiografia di Michael Soussan, all'epoca giovane coordinatore di un programma presso le Nazioni Unite, nella quale racconta lo scandalo “Oil for Food” (“Petrolio in cambio di cibo”), noto come il più clamoroso scandalo finanziario nella storia dell'ONU.

  • stanza
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Ad oltre un anno dall'uscita negli Stati Uniti, arriva finalmente in Italia La stanza delle meraviglie di Todd Haynes, già regista di Lontano dal paradiso e Carol, tratto dal romanzo di Brian Selznick. La stanza delle meraviglie che dà il titolo al film si riferisce a quelle antiche stanze piene di armadi e libri che servirono da fulcro per i musei. Un microcosmo d'incanto centrale nella ricerca di un ragazzino e una ragazzina, che a distanza di cinquant'anni, si addentrano in New York tra musei e librerie per scoprire la verità su loro stessi.

  • Papillon
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    Il regista Michael Noer ci propone un remake di un celebre film che racconta l'epica storia di Henri "Papillon" Charrière (Charlie Hunnam), uno scassinatore della malavita parigina che viene incastrato per omicidio e condannato a scontare la pena in una famigerata colonia penale nella Guyana francese e successivamente sull'Isola del Diavolo (dove venne anche detenuto il capitano Alfred Dreyfus alla fine dell'Ottocento, ingiustamente accusato di alto tradimento e oggetto di una feroce campagna antisemita).

  • A Quiet Passion
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Un ossimoro per il titolo: A Quiet Passion, come se potesse esistere una passione quieta, soprattutto quella della poetessa Emily Dickinson che, sebbene il lungo ed ultimo periodo della sua vita passato in reclusione, è nata come una ribelle invereconda. Firmato dal regista Terence Davies, noto per Voci lontane ...sempre presenti (Distant Voices, Still Lives, 1988), e soprattutto per La casa della gioia tratto da Edith Wharton (The House of Mirth, 2000), il film si presenta con Cynthia Nixon, la “rossa” di Sex and the City nella parte principale. 

  • Favola
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Come un fiore non colto, un giglio, il fiore più antico di tutti, si presenta Favola di Filippo Timi, e così sono i gigli che tappezzano i costumi firmati da Fabio Zambernardi – Design Director di Miu Miu e Prada -, simbolo di castità ed innocenza, o meglio di quel venire alla vita che si attuerà in un percorso articolato nel film diretto da Sebastiano Mauri.

  • Mary e il fiore della strega
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    È in uscita nelle sale cinematografiche Mary e il fiore della strega, un cartone animato fantasy di produzione giapponese, per la regia di Hiromasa Yonebayashi e la produzione di Yoshiaki Nishimura. Il film d'animazione mescola in modo incantevole magia e fantasia, facendo tesoro delle tecniche dello Studio Ghibli (e ispirandosi in parte anche a quelle della Walt Disney): ci racconta il magico mondo di una scuola per streghette, ben diversa dalla Hogwarts resa immortale dalla saga di Harry Potter, anche perché l'eroina non è un'autentica strega.

  • Sergio e Sergei
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Il nuovo film del regista cubano Ernesto Daranas Serrano nato all'Havana nel 1961, si intitola Sergio & Sergei, con sottotitolo esplicativo: Il professore e il cosmonauta (astronauta nella nuova “nomenclatura”), in quanto si tratta di una stranissima relazione via “radio” o “filodiffusiuone" che dir si voglia aldilà degli usuali circuiti, tra un cubano filosofo marxista, e l'ultimo astronauta dell'appena decaduta Uniome delle Repubbliche Socialiste Sovietiche nel 1991. Naturalmente, il tutto è avvenuto mentre Sergei il cosmonauta si trovava nel mezzo dello spazio a bordo della navicella spaziale MIR.