libri

  • folklore
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Spesso si sente dire che in Italia non abbiamo una tradizione legata al fantastico paragonabile a quella anglosassone: forse il nostro fantastico non è stato valorizzato alla stessa maniera ma è molto presente, come dimostra il volume antologico Folklore edito da Watson.

  • Copertina "I guardiani"
    Articolo di: 
    Nica Fiori

    Un segreto che viene da lontano, al di là del tempo e dello spazio, è al centro del romanzo di Maurizio De GiovanniI guardiani” (best BUR - Rizzoli libri), un thriller tra fanta-archeologia ed esoterismo che si svolge tra le ombre e i cupi sotterranei di una metropoli inquietante. Un libro che poco o nulla ha a che vedere con il genere poliziesco che ha dato fama allo scrittore, autore della serie dedicata al Commissario Ricciardi, ambientata a Napoli in epoca fascista, e di quella più attuale dei Bastardi di Pizzofalcone, dalla quale è stato tratto uno sceneggiato televisivo.

  • daisy
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    La casa editrice Tunuè continua a valorizzare i talenti del fumetto nostrani con il fiabesco Daisy, realizzato a quattro mani da Marco Barretta e Lorenza Di Sepio, una storia per tutte le età. La storia si basa su un archetipo che funziona almeno dai tempi di Alice nel paese delle meraviglie, il viaggio in una dimensione altra: nella nostra realtà, Daisy è una bambina che vive con il padre scrittore, che non ha mai superato la morte della moglie e si è chiuso in se stesso.

  • Mondo in fiamme
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    La casa editrice torinese La Corte editore sembra voler contraddire in continuazione il luogo comune secondo cui gli autori italiani e il fantastico non vanno d'accordo e la saga scritta da Edoardo Stoppacciaro di Mondo in fiamme, giunta al secondo capitolo, ne è una delle tante prove.

  • Middle England
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    Un giornalista autorevole come Pierluigi Battista nella  rubrica che tiene sul Corriere delle Sera ha espresso un giudizio lusinghiero sul libro di Jonathan Coe, edito dalla Feltrinelli con il titolo Middle England. A suo giudizio in questo romanzo vi è una rappresentazione molto penetrante dei motivi che hanno determinato nel 2016 la vittoria al referendum di quanti desideravano favorire l’abbandono della UE da parte dell'Inghilterra.

  • mufant
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Fino al 9 giugno il Mufant, Museo del fantastico e della fantascienza, a Torino in via Reiss Romoli 49 bis ospita un tributo ad una delle massime figure del fantastico e del fumetto del Novecento.

  • aiken
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Bao Publishing festeggia i suoi primi dieci anni di vita come casa editrice di graphic novel di grande qualità e interesse e lancia la sua nuova linea dedicata ai manga, Aiken, presentata al Comicon di Napoli e al Salone del libro di Torino.

  • salone
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Dal 9 al 13 maggio torna sotto la Mole il Salone del libro, nei padiglioni 1, 2 e 3 del Lingotto e nell'Oval, con un percorso con più ingressi e varie novità organizzative e tecniche per aiutare al massimo visitatori e espositori. Dopo le polemiche degli anni scorsi, quest'anno le acque sembrano essersi calmate, e al Salone ci saranno, come è ormai prassi, sia i grossi gruppi editoriali che gli editori indipendenti. Il tema quest'anno è Il gioco del mondo, coniugato in mille filoni, con argomenti diversi oltre a tanti, tanti libri e tanto confronto in tema.

  • Cacciari.jpg
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    Massimo Cacciari è una della grandi personalità della cultura italiana, e nel suo ultimo libro, pubblicato dall’editore Einaudi con il titolo La mente inquieta, propone un'interpretazione del periodo storico dell’umanesimo, rovesciandone radicalmente la tradizionale immagine e cogliendone la ricchezza filosofica. Citando i maggiori studiosi di questo periodo storico, che segna un discrimine decisivo nella cultura europea, come Eugenio Garin e Cesare Vasoli, Cacciari ricorda come per molto tempo la filosofia contemporanea abbia espresso delle critiche verso  l’umanesimo, considerandolo solo in funzione della propria posizione teoretica.

  • Henning Mankell
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    I libri dei grandi autori aiutano a capire e a cogliere l’anima segreta dei luoghi e dei  paesi diversi e distanti dalla cultura occidentale ed europea. Questo è il caso di un libro, intitolato L'occhio del leopardo, edito dalla casa editrice  Marsilio, di cui è autore Henning Mankell, grande scrittore svedese.