libri

  • libro Carandini
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    Per il lettore è difficile distaccarsi da un libro, come questo intitolato Antonino Pio e Marco Aurelio. L’apice dell’Impero, edito dalla Rizzoli, di cui è autore un esimio e grande studioso del mondo antico, quale è Andrea Carandini.

  • il mare
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Fazi editore presenta un nuovo titolo nella collana Lainya, diverso dalle storie sia pure di gran successo di amori tra vampiri e ragazze umane: Il Mare senza Stelle di Erin Morgenstern. Il tema centrale del libro è la forza delle storie, la loro magia e l'importanza dei libri, un qualcosa che lo avvicina a L'ombra del vento e ai romanzi successivi sul cimitero dei libri dimenticati del compianto Zafon.

  • Falce
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    In questi ultimi anni si sono moltiplicate le storie di fantascienza distopica, complice anche il momento non proprio bello che si sta vivendo: Oscar Fantastica propone in tema la trilogia Falce di Neal Shusterman, solo all'apparenza rivolta ad un pubblico young adult, accanto alle riedizioni di classici come Huxley e Orwell.

  • Goethe
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    Il valore eterno delle grandi opere letterarie, come nel caso del libro Le affinità elettive di cui è autore Johann Wolfgang Goethe, riproposto all'attenzione di lettori nelle nuova e splendida traduzione di Paola Capriolo dall’editore Marsilio, è dovuto alla capacità di rivelare la natura profonda dei sentimenti e delle passioni,  che sorgono tra le persone innamorate.

  • 1984
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Ieri ho ascoltato le dichiarazioni del Sovrintendente Laufenberg di uno dei grandi teatri di Germania: l'Hessisches Staatstheater Wiesbaden. Descrive la situazione attuale del suo teatro, fortunato perchè può contenere fino a 285 persone nella Großes Haus (che prima ne conteneva almeno 1500) e 77 nella piccola (fate le dovute proporzioni). Concesse calcolando il distanziamento sociale. Si chiede: gli altri artisti che non fanno parte di grandi realtà come questa – che, “proporzionalmente”, è fortunata –, come faranno?
    Di questo si deve discutere e devono avere una voce.

  • 71AqtKbeCgL.jpg
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    In un suo articolo scritto  dopo l’attentato alle torri gemelle lo scrittore Alessandro Baricco osservò che, a causa della globalizzazione, il nostro è un mondo senza confini. Mi sono ricordato di questo pensiero dopo avere concluso la lettura del libro della giovane studiosa di letteratura inglese Rossella Occhipinti, autrice del libro I fell in LoVEndon. Come innamorarsi a Londra, edito dalla casa editrice Pluriversum di Ferrara.

  • mufant
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Dal 18 al 20 settembre il Mufant, Museo del fantastico e della fantascienza di Torino in via Reiss Romoli 49 bis presenta la prima edizione del festival Loving the alien.

  • In Covid We Trust
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    In Covid We Trust: crediamo nel Covid. E' il nuovo Verbo: non esiste piu' un credo religioso aldilà del Covid, e per questo esiste anche un'ingegnosa vignetta col “Credo” dedicato a questo mostricciatolo di pochi micron che è il Cavallo di Troia per abbattere qualsiasi libertà fondamentale e costituzionale, in qualsiasi democrazia, a livello globale.

  • Joyce Carol Oates
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    In un suo celebre articolo, pubblicato sulla terza pagina del Corriere della Sera, Alberto Moravia, parlando della Storia della letteratura italiana di Francesco De Sanctis, osservò che le opere letterarie poeticamente compiute nascono dalla riflessione intorno al rapporto tra società e letteratura. L’ultimo libro di Joyce Carol Oates, intitolato Ho fatto la spia, edito dalla casa editrice La Nave di Teseo, proprio perché tratta il conflitto razziale presente negli Usa, appartiene alle opere letterarie indicate come preziose da Moravia.

  • Rilke
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    Un classico della letteratura occidentale, I Quaderni di Malte Laurids Brigge, pubblicato dalla casa editrice Adelphi nella collana Biblioteca, si offre al lettore con la profondità dei pensieri e la bellezza poetica delle immagini, incantandolo ed emozionandolo. Il libro si apre con l’Io narrante, un nobile decaduto di origine danese, che si aggira per le vie del quartiere latino a Parigi, e scopre che scrutando la realtà, da cui è circondato, impara  a vedere, avendo la percezione di  recessi presenti  nella sua vita interiore, di cui ignorava la esistenza.