archivio news

  • Radu Lupu annulla per motivi di salute il recital pianistico previsto per lunedì 13 maggio ore 20.30 (Sala Santa Cecilia, Auditorium Parco della Musica) e che avrebbe dovuto concludere la Stagione da Camera dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Il Maestro Lupu, oltre alla data romana è stato costretto, a cancellare tutta la tournée italiana.Per le modalità di rimborso del biglietto o per maggiori informazioni si può contattare la biglietteria al numero 068082058 o consultare il sito internet santacecilia.it

  • Mercoledì 17 Aprile 2019, alle 20:30, l’Oratorio del Gonfalone ospiterà un concerto del celebre sestetto dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Nato nel dicembre 2001, il gruppo di musicisti composto da David Romano e Marlène Prodigo (violini)Raffaele Mallozzi e David Bursack (viole)Diego Romano e Sara Gentile (violoncelli), si è fatto notare da subito per l’affiatamento, la passione e la coesione profusa nei tanti impegni musicali affrontati. Il Sestetto proporrà un programma dai toni emotivi molto intensi.

  • Anche quest’anno il Teatro dell’Opera di Roma si aggiudica un Premio Abbiati della critica musicale italiana. Il riconoscimento per la miglior regia è stato infatti attribuito a Deborah Warner per il Billy Budd di Benjamin Britten andato in scena nel maggio 2018 al Teatro Costanzi.

  • Dopo il grande successo della prima giornata di apertura delle dimore storiche del Lazio programmata lo scorso anno che ha accolto 10.000 visitatori, la Regione Lazio ha ideato una nuova iniziativa, in programma dal 25 al 28 aprile 2019, per dare a tutti l’opportunità di visitare l’immenso patrimonio di dimore, ville, parchi e giardini storici del territorio, decine di luoghi di grande fascino e incanto. Quattro giornate di apertura straordinaria e gratuita con un ricco programma di spettacoli e percorsi di scoperta delle tipicità enogastronomiche del territorio.

  • La storia di Echos è costellata da sfide e scommesse un po’ folli. Nato dal nulla nel 1999, con un programma di quattro concerti e con pochissime risorse a disposizione, questo festival è diventato oggi una delle manifestazioni musicali più importanti del Piemonte.

  • Torna dal 27 aprile al 16 giugno 2019, Echos, I Luoghi e la Musica, il festival musicale itinerante che tra concerti, visite guidate e degustazioni enogastronomiche, da 21 anni conduce il pubblico alla scoperta dei tesori della provincia di Alessandria. 14 i concerti e 13 i comuni toccati dalla manifestazione che l’anno scorso ha festeggiato i 20 anni di attività.

  • Lunedì 15 aprile 2019 alle 18.00 i concerti di Roma Sinfonietta e dell’Università di Roma “Tor Vergata” si trasferiscono eccezionalmente nella chiesa di Sant’Agnese in Agone in Piazza Navona per un grande evento ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.
    Il momento iniziale di questo giorno veramente speciale per la musica a Roma sarà la consegna della Medaglia d’Oro del Pontificato che Papa Francesco ha assegnato ad Ennio Morricone “per il suo straordinario impegno artistico, che ha avuto anche aspetti di natura religiosa”. Il premio sarà consegnato dal Cardinale Gianfranco Ravasi.

  • Martedì 16 aprile alle 20.30 nell’Aula Magna dell’Università “Sapienza” (ingresso da Piazzale Aldo Moro 5) la IUC-Istituzione Universitaria dei Concerti presenta il Quartetto Prometeo, uno dei migliori gruppi di questo tipo a livello italiano e internazionale, premiato con il Leone d’argento dalla Biennale Musica di Venezia nel 2012.

  • In questa settimana che precede la Pasqua, a cominciare da domenica, ci saranno interessanti appuntamenti alla Sala Casella, dopo gli incontri con Gemma Bertagnolli e Pietro De Maria, il ciclo delle Lezioni di musica della Filarmonica Romana in Sala Casella in collaborazione con Rai Radio 3 (che registrerà e manderà successivamente in onda) dà appuntamento a domenica 14 aprile ore 17.30 per il suo ultimo incontro (via Flaminia 118).

  • Nella 58. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, la Costa d’Avorio è rappresentata da quattro artisti: Ernest Dükü, Ananias Léki Dago, Valérie Oka, Tong Yanrunan che con le loro opere confluiscono in una linea comune, una visione intima del mondo, dando un prezioso e significativo contributo all’arte contemporanea.