Alessio Bidoli. Un virtuoso dall'Italian Soul

Articolo di: 
Livia Bidoli
Alessio Bidoli

A volte il cognome insegna a ricercare, nella musica, parentele ignote, in questo caso friulane, che si celano dietro un origine  lontana dal luogo di nascita ed è così che ho fatto la conoscenza di un violinista molto talentuoso e con il mio stesso cognome e, naturalmente, la nonna triestina. La musica si cela quindi anche nel cognome, come se in un andirivieni, tra critico e musicista, si stabilisse un'affinità più approfondita e del tutto peculiare.

Il violinista in questione, Alessio Bidoli, lombardo di nascita, ha una lunga frequentazione con un pianista di chiara fama dal nome di Bruno Canino, con cui ha inciso due cd in mio possesso: Italian Soul con musiche di Malipiero, Casella e Petrassi edito da Sony; e Verdi Fantasias for violin and piano con lavori di Bazzini e Sivori, ancora per Sony. Abbiamo poi sottomano un terzo cd edito con Amadeus e l'accompagnamento al piano di Stefania Mormone ed un repertorio che inizia con lo Chopin del violino, sempre polacco, ovvero Henryk Wieniawski; la meravigliosa Sonata per violino e pianoforte op. 75 n. 1 di Camille Saint-Saëns; la Sonata 45 di Grieg; l'Estrelita deliziosa di Ponce insieme La capricieuse di Elgar, chiosando con la Beau Soir di Debussy (trascrizione di Jascha Heifetz per Ponce e Debussy).

Certo, suonare questi brani con un Goffredo Cappa del 1690, come altri con il Dante Regazzoni, ovvero suo nonno celebre liutaio - il cui laboratorio è oggi diventato parte integrante del Museo della Liuteria (MUSA) all’Accademia di Santa Cecilia di Roma -, od ancora  uno Stefano Scarampella del 1902 – come sul cd Italian Soul della Sony - fa la differenza, ma poco varrebbe se non fosse dotato il musicista, che invece lo è ed approfondisce con estrema presenza l'essenzialità di un canto, quello del violino, che sembra nelle sue mani l'unico tra gli strumenti a poter evocare ogni flessuosità dello spirito, in quel ditirambo dell'immediatezza emozionale che, come Schopenhauer affermava, è la sola a comunicarla senza ulteriori mediazioni.

Su Italian Soul si segnalano tre prime incisioni assolute rese con estrema accuratezza: il Saltarello op. 25 n.4 di Leone Sinigaglia; Preludio e Danza siciliana da La giara di Alfredo Casella e, di Goffredo Petrassi, il Canto per addormentare una bambina, delle chicche che vengono introdotte dal talentuoso Bazzini con la celebre Calabrese che stringe l'occhiolino all'altro cd, quello che incomincia sempre con lo stesso virtuoso, il Bazzini più grande avversario di Paganini e del suo allievo, Camillo Sivori, compreso nelle fantasie verdiane con la prima registrazione mondiale della Fantasia su temi da I masnadieri

Per una breve biopic del nostro virtuoso, confermiamo il dilpoma con il massimo dei voti e lode dal Conservatorio "G. Verdi" di Milano sotto la guida di Gigino Maestri, si è perfezionato alla "Haute Ecole de Musique" del Conservatorio di Losanna e al Mozarteum di Salisburgo con Pierre Amoyal – con cui poi ha collaborato come professionista - , all’Accademia Chigiana di Siena con Salvatore Accardo e all’Accademia Internazionale di Imola con Pavel Berman e Oleksandr Semchuk. Fra le stagioni concertistiche ricordiamo MITO Settembre Musica, "Società dei Concerti" di Milano (Sala Verdi), Furcht-Università Bocconi, "Amici del Loggione del Teatro alla Scala"; all'estero: Germania, Olanda, Lussemburgo, in Russia (San Pietroburgo) e Thailandia (Bangkok).

Pubblicato in: 
GN41 Anno VIII 30 settembre 2016
Scheda
Titolo completo: 

Alessio Bidoli

Violini a disposizione: Goffredo Cappa del 1690; Dante Regazzoni, Stefano Scarampella del 1902

ITALIAN SOUL/ ANIMA ITALIANA
Malipiero, Casella, Petrassi
Includes first world recordings
Alessio Bidoli - violino / Bruno Canino - pianoforte
Sony Classical - Marzo 2016

VERDI
Fantasie per violino e pianoforte su temi verdiani
Repertorio inedito di Antonio Bazzini e Camillo Sivori
Alessio Bidoli - violino / Bruno Canino - pianoforte
Sony Classical - Luglio 2013

AMADEUS
Saint-Saëns, Wieniawski, Grieg, Ponce, Elgar, Debussy
Opere per violino e pianoforte
Registrazione inedita
Alessio Bidoli - violino / Stefania Mormone - pianoforte
Rivista Amadeus n. 265 - 2011