arte

  • doardo Borrani, L’analfabeta
    Articolo di: 
    Giulio de Martino

    Ottocento: così vicino, così lontano. L’arte e la cultura borghesi di appena centocinquanta anni fa ci appaiono allo stesso tempo familiari e remote. La rivisitazione dell’Ottocento assume l’aspetto di una riscoperta. Accade alla mostra I Macchiaioli. Le collezioni svelate, che si visita al Chiostro del Bramante a Roma fino al 4 settembre 2016. Impaginata con cura e con soluzioni critiche e storiche interessanti, presenta al pubblico importanti dipinti dei Macchiaioli toscani e non, appartenenti alla seconda metà dell’800 - alcuni li vediamo per la prima volta - collocandoli nel contesto delle collezioni private e familiari che li ospitarono.

  • Steve McCurry
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Fino al 25 settembre la Citroniera della Reggia di Venaria propone una mostra, reduce da un trionfale tour intorno al mondo, dedicata ad uno dei più grandi reporter contemporanei, Steve McCurry.

  • Particolare di un gioiello Castellani
    Articolo di: 
    Nica Fiori

    È difficile sottrarsi al fascino dei preziosi ori Castellani, recuperati dai Carabinieri del Comando TPC (Tutela Patrimonio Culturale) in seguito a una complessa indagine e presentati alla stampa nella caserma La Marmora, sita a Roma in via Anicia 24, prima del loro prossimo rientro nel Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. Da questa collezione di gioielli era talmente attratta una cittadina russa da averne commissionato il furto. E fu così che nella notte di Pasqua del 2013 dei ladri incappucciati, armati di ascia e fumogeni, riuscirono a trafugare 27 preziosi gioielli, il cui valore è stato stimato in oltre tre milioni di euro.

  • Dioniso con grappoli sullo sfondo del Vesuvio
    Articolo di: 
    Giulio de Martino

    La mostra "Mito e Natura. Dalla Grecia a Pompei” si visita, da marzo a settembre 2016, al Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN per gli amici degli acronimi) e agli Scavi di Pompei. Dopo esser stata vista - con successo e in forma parzialmente diversa - al Palazzo Reale di Milano, la mostra è adesso rimodulata sugli spazi napoletani e arricchita da ulteriori prestiti. 

  • Sarcofago etrusco
    Articolo di: 
    Nica Fiori

    Fino a non molti anni fa la Svizzera era il paese più sicuro per i predatori dell’arte italiana, ma qualcosa, per fortuna, sta cambiando. Lo dimostra il recente recupero da parte dei Carabinieri del TPC (Tutela Patrimonio Culturale) di 45 casse di eccezionali reperti archeologici rimpatriati da Ginevra, al termine di una complessa attività investigativa, e presentati alla stampa nella caserma La Marmora di Roma.

  • Fatto in Italia
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    La Reggia di Venaria, alle porte di Torino, ha riaperto i battenti dopo la pausa invernale, con nuove mostre e iniziative, tra tradizione e modernità. Fino al 5 giugno prosegue al primo piano delle Sale delle Arti L'arte della bellezza, con i gioielli di Gianmaria Buccellati, mentre il parco ospita le sculture contemporanee di Giuseppe Pennone.

  • Jean-Pierre Velly
    Articolo di: 
    Giulio de Martino

    Una nuova mostra all’Istituto Centrale per la Grafica di Fontana di Trevi a Roma. La presentano insieme Tiziana D’Acchille, direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma e Maria Antonella Fusco, dirigente dell’Istituto Centrale per la Grafica. Si intitola: “Jean-Pierre Velly. L’Ombra e la Luce”, nata da un’idea di Pier Luigi Berto e Pierre Higonnet, è stata curata da Pier Luigi Berto e Marco Nocca per l’Accademia di Belle Arti e da Ginevra Mariani per l’Istituto Centrale per la Grafica e si potrà visitare fino al 15 maggio 2016.

  • Cucitrici di camicie rosse di Odoardo Borrani
    Articolo di: 
    Nica Fiori

    La macchia di colore in opposizione alla forma: ai suoi tempi doveva apparire ben spregiudicata la tecnica dei Macchiaioli, usata per paesaggi e soggetti di vita quotidiana, ben lontani dai temi aulici caldeggiati dalle accademie. Quella pittura veristica, tipica del movimento più importante dell’Ottocento italiano, dopo un periodo di oblio è stata giustamente rivalutata ed è protagonista a Roma nel Chiostro del Bramante della grande mostra I Macchiaioli. Le collezioni svelate, ricca di oltre 110 dipinti, alcuni dei quali inediti.

  • Correggio
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Correggio e Parmigianino. Arte a Parma nel Cinquecento, questo è il titolo della nuova esposizione alle Scuderie del Quirinale, che si è aperta il 12 marzo e terminerà il 26 giugno 2016. Sono circa cento le opere in mostra tra dipinti e disegni, provenienti da importanti musei e collezioni private, scelti dal curatore, il professor David Ekserdjian, celebre studioso dell'arte italiana del Cinquecento.

  • Jean - Hugues Taraval
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Palazzo Accorsi di Torino in via Po 55, sede del Museo delle Arti decorative, ospita fino al 5 giugno prossimo la mostra Spiritelli, amorini, genietti e cherubini, dedicata ad un soggetto amatissimo dall'arte tra Rinascimento e Neoclassicismo.