libri

  • Salone del Libro 2018
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Ormai è iniziato il conto alla rovescia: dal 10 al 14 maggio torna a Torino il Salone del libro, per l'edizione numero trentuno, sempre al Lingotto, nei padiglioni 1, 2, 3 e 5, sempre con la direzione di Nicola Lagioia. Quest'anno parteciperanno sia le case editrici indipendenti, con varie debuttanti raggruppate nell'Incubatore, sia i grossi gruppi editoriali dopo lo strappo dell'anno scorso e pare che si starà davvero stretti, tra libri, spazi incontri, proposte. 

  • 978880468188HIG-319x480.jpg
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    Osservando una della piazze più belle d’Italia, Piazza del Campo a Siena, Niall Ferguson, storico e intellettuale fra i maggiori del nostro tempo, viene colpito dalla torre del Mangia, che proietta la propria ombra in basso e simboleggia il potere della gerarchia, e dalla piazza stessa, luogo in cui si discute e si commentano gli eventi umani, che invece evoca la dimensione della rete, e quindi il potere diffuso e non esclusivo.

  • Mazinga
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Torna in libreria per Tunué uno dei saggi cardini nel nostro Paese per quello che riguarda lo studio dei manga e degli anime: Mazinga nostalgia di Marco Pellitteri, che nel lontano 1999 portò l'interesse su un fenomeno che durava già da una ventina d'anni.

  • thumbs.jpg
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    Nell’opera dei grandi scrittori succede di trovare in sintesi rappresentate le domande fondamentali sulla vita e il mistero della esistenza. Questo è il caso del libro di Honoré de Balzac intitolato Louis Lambert, la cui nuova edizione è stata da poco pubblicata dall’editore L’orma. Nella introduzione al libro, un grande classico della letteratura occidentale, Paola Decina Lombardi ricorda che la composizione e la scrittura di questo libro impegnò il suo autore per oltre quindici anni.

  • Singer
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    Il recupero di un'opera inedita di un grande autore assume un autentico valore culturale nei casi in cui si tratti di un libro bello e profondo. Al di là di ogni dubbio, questo è il caso del libro di Isaac B. Singer, premio Nobel per la letteratura, intitolato Keyla la Rossa, edito dalla casa editrice Adelphi. La vicenda descritta nel libro è ambientata a Varsavia nel 1911.

  • 3172496.jpg
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    Quale possa essere il confine che separa la leggenda dalla storia, in riferimento alla vicenda dei Re Magi, di cui si parla e racconta nel vangelo canonico di Matteo, è il tema essenziale intorno al quale si sviluppa la ricerca intellettuale del grande storico Franco Cardini, sfociata in un libro edito dalla casa editrice Marsilio, collana I Nodi, intitolato I Re Magi.

  • Sulle spalle dei giganti
    Articolo di: 
    Giuseppe Talarico

    Con una iniziativa editoriale degna di nota la casa editrice La nave di Teseo ha recentemente raccolto in un volume, impreziosito da illustrazioni e riproduzioni di opere d’arte, le lectiones magistrales tenute da Umberto Eco dal 2000 al 2015 al festival la Milanesiana.

  • Non stancarti di andare
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Torna la coppia in arte e nella vita formata da Teresa Radice e Stefano Turconi con la nuova graphic novel per Bao Publishing Non stancarti di andare, dopo il successo dello storico Il porto proibito

  • Rivoluzione
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Il WOW, Museo del fumetto di Milano in viale Campania 12, presenta una mostra che nasce come un tributo all’Andrea Chenier con cui è stata inaugurata la stagione lirica della Scala. Fino all’11 febbraio prossimo il WOW racconta infatti in un percorso espositivo in altri spazi rispetto alla mostra sulle principesse Disney e su come i fumetti hanno raccontato la Rivoluzione francese, ieri e oggi, tra Storia e romanzesco, in vari Paesi del mondo.

  • eco-pape-satan-bestseller.jpg
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    La casa editrice La nave di Teseo ha ristampato, nella collana I Delfini Bestseller (nome risalente a un'omonima collana della Bompiani degli anni '60), quello che appare come una sorta di lascito postumo di Umberto Eco, ossia la collezione dei suoi più significativi articoli apparsi sull'Espresso nella rubrica La bustina di Minerva, che il grande scrittore curava fin dal 1985.