archivio news

  • “Caro pubblico” è una breve guida all’ascolto della durata di circa 10 minuti curata dal Direttore d’orchestra, da un solista, da un musicologo di chiara fama e, in alcuni appuntamenti, dal Presidente Michele dall’Ongaro.

  • Danzerà a Les Étoiles la star del film su Nureyev The White Crow, Oleg Ivenko, mentre Roberto Capucci crea i costumi per le étoile Sergio Bernal e Young Gyu Choi.Mentre le stelle svelano agli astrologi le previsioni per il 2020, il firmamento Les Étoiles, a cura di Daniele Cipriani, svela ulteriori novità atte a rendere sempre più febbricitante il conto alla rovescia per il gala cult che accenderà di prodezze pirotecniche “in volo e sulle punte” (secondo il suo celebre motto) la Sala S. Cecilia, Auditorium Parco della Musica di Roma il 24 e 25 gennaio (ore  21) e il 26 gennaio 2020 (ore 17).

  • Musicaimmagine e il Pontificio Istituto Teutonico di Santa Maria dell'Anima in collaborazione con la IUC - Istituzione Universitaria dei Concerti presentano la prima esecuzione moderna a Roma della Messa “L'Homme Armé" di Giacomo Carissimi.

  • Per la prima volta nei suoi settantacinque anni di storia la IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti presenta uno spettacolo di danza: martedì 21 gennaio alle 20.30 nell’Aula Magna della “Sapienza” si svolgerà la prima romana di “Arcaico”, con la coreografia di Davide Bombana, una produzione del Balletto di Roma - che nel 2020 festeggia i suoi sessant’anni di vita artistica - in coproduzione con Fabbrica Europa

  • I concerti in abbonamento riprendono la loro programmazione dopo le feste proponendo per la Stagione di musica da camera un prezioso concerto con protagonista il mandolino di Avi Avital insieme agli Archi di Santa Cecilia, sotto la direzione del Maestro Luigi Piovano, mentre per la sinfonica il Maestro Manfred Honeck dirigerà La Creazione di Haydn.

  • La tempesta, ultimo capolavoro di William Shakespeare e suo definitivo congedo dalle scene, è un congegno teatrale prodigioso, in cui s’incrociano alcuni temi che prefigurano l’orizzonte della modernità: lo sguardo occidentale a confronto con quello dell’altro, la realtà e l’illusione, l’incantesimo della mente e il potere come complotto e usurpazione, il mistero della giovinezza e l’incombere della fine.

  • Mercoledì 1 gennaio 2020 alle 18.00 Roma Sinfonietta con il violino solista Vincenzo Bolognese festeggia l’inizio del nuovo anno con i valzer di Strauss e il tango di Astor Piazzolla. Eccezionalmente la stagione musicale dell’Università di Roma “Tor Vergata” si trasferirà per il Concerto di Capodanno al Teatro Tor Bella Monaca, in via Bruno Cirino.

  • Eroi barocchi come popstar. È l’effetto generato da Giulio Cesare. A Baroque Hero, il disco rivelazione dell’anno, Premio Abbiati 2019, inciso dal controtenore Raffaele Pe con La Lira di Orfeo. Disco che ora diventa un tour internazionale: sette le date fino a maggio 2021, di cui quattro in Italia. Anteprima il 13 gennaio presso il Teatro delle Vigne di Lodi, e poi il 14 gennaio a Milano (Società del Quartetto), il 21 gennaio a Padova (Auditorium Pollini) e il 23 gennaio a Roma (Teatro Argentina).

  • Ultima settimana per il 56° Festival Nuova Consonanza che martedì 17 dicembre (ore 21) al Mattatoio La Pelanda ospita il Duo Ardoré, formato dalla violinista Rebecca Raimondi e dal pianista Alessandro Viale, già premiato al Festival nel 2017 con il Premio Scotese riservato ai migliori giovani interpreti della manifestazione.

  • Per l’ultimo appuntamento del 2019 dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, sabato 21 dicembre e domenica 22 ore 20.30 (Sala Santa Cecilia, Auditorium Parco della Musica) Ezio Bosso ritorna sul podio dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia per dirigere due delle sinfonie più conosciute del genio di Bonn: la Sinfonia n. 5 e la Sinfonia n. 7, che faranno da preludio alle celebrazioni nel 2020 per i 250 anni dalla nascita del compositore.