archivio news

  • Si rinnova la collaborazione fra l’Accademia Filarmonica Romana e la Società Umanitaria di Milano per la promozione di giovanissimi talenti italiani vincitori del Concorso di esecuzione musicale che la storica istituzione milanese destina con una borsa di studio ai migliori studenti di conservatori e istituti musicali internazionali.

  • Domenica 7 aprile ultimo appuntamento per la rassegna delle matinée domenicali all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia (introduzione ore 11.30 concerto ore 12, Sala Santa Cecilia, Auditorium Parco della Musica). Sul palco Voci Italiane, un ensemble - costituito da artisti del Coro dell’Accademia di Santa Cecilia - molto amato dal pubblico per la versatilità del suo repertorio e per uno speciale legame con la canzone italiana, in particolare quella napoletana, che rende ogni concerto speciale e unico, così come lo è Napoli, città fatta di suoni, colori e sapori indimenticabili.

  • Il Festival “Un Organo per Roma” prosegue sabato 6 aprile 2019 alle 18.00 con il terzo concerto, questa volta nell’antica Basilica dei Santi Cosma e Damiano ai Fori Imperiali, ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.
    È il primo dei due appuntamenti dedicati all’integrale delle sonate per organo di Mendelssohn, inframmezzate da opere corali dello stesso autore.

  • Venerdì 5 aprile alle 20.00 nella Biblioteca Ennio Flaiano (via Monte Ruggero 39, tel. 0645460431) si svolge un nuovo incontro della serie “Note in Biblioteca”, realizzata dalla IUC - Istituzione Universitaria dei Concerti in collaborazione con Biblioteche di Roma. Suona Samuele Telari, giovane fisarmonicista protagonista di quella nuova generazione che sta trasformando questo strumento, fino a poco fa relegato a funzioni marginali, in uno dei protagonisti della musica contemporanea.

  • Dopo aver incontrato Wagner, Stravinskij e Šostakovič nei due precedenti concerti ceciliani (2010 e 2013), il nuovo Direttore Principale dei Berliner Philharmoniker, Kirill Petrenko, ritorna a Roma giovedì 4 aprile ore 19.30 (repliche venerdì 5 ore 20.30 e sabato 6 ore 18,  Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia) per dirigere Orchestra e Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia nell’esecuzione della Sinfonia n. 9, ultimo rivoluzionario lavoro di Ludwig van Beethoven su libretto della poesia An die Freude di Friedrich Schiller.

  • Sabato 6 aprile alle 17.30 nell’Aula Magna dell’Università “La Sapienza” la IUC (Istituzione Universitaria dei Concerti) presenta il pianista Alexander Romanovsky, che dedica questo concerto interamente al suo compositore preferito, Fryderyk Chopin, di cui esegue alcuni Notturni e Mazurche e le due raccolte di Studi, pagine di difficoltà tecnica pari all’intensità espressiva.

  • Human[s], installazione e performance di danza contemporanea in scena al Teatro Libero di Roma sabato 6 aprile alle ore 19.00, è la storia di una “Iliade” infinita che coinvolge l’uomo e il suo bisogno di mettere ordine rispetto al sorprendente caos della diversità.

  • Un incontro originale fra strumenti diversi eppure complementari, capaci di sorprendenti soluzioni timbriche e ritmiche che sapranno affascinare l’ascoltatore. Sono il violoncello (fra l’altro un prezioso “Pietro Giacomo Rogeri”, ex Piatti del 1717) affidato alla maestria di Enrico Dindo, uno dei più affermati solisti italiani dei nostri giorni, e le percussioni del giovane talento di Simone Rubino, rivelazione degli ultimi anni, classe 1993 e già insignito nel 2018 del Premio Abbiati della critica musicale italiana che ne ha lodato la capacità di unire “alla tecnica un’inesauribile fantasia interpretativa trasmettendo una contagiosa gioia nel fare musica”.

  • Il Coro della Basilica di San Marco al Campidoglio a Roma ritorna al suo splendore, grazie all’intervento di un’equipe di ebanisti e restauratori di opere lignee, sotto la direzione della Soprintendenza Speciale di Roma, e interamente finanziato grazie all’art bonus da Umana Spa.

  • Milano, marzo 2019 - Dal 9 aprile al 12 maggio 2019 le Gallerie d’Italia - Piazza Scala, sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano, ospiteranno Il Genio Futurista di Giacomo Balla della Collezione Biagiotti, una delle opere più emblematiche del Futurismo. Esposto per la prima volta a Milano al grande pubblico in occasione del Salone del Mobile e di Milano Moda Design, questo capolavoro non avrebbe potuto trovare miglior cornice del Cantiere del ‘900 delle collezioni Intesa Sanpaolo, che riuniscono un patrimonio proveniente dai diversi istituti di credito confluiti nel Gruppo, e delineano un percorso culturale che, attraverso opere di Boccioni, Balla, Carrà, De Chirico, Funi, Mafai, Sironi, Rosai, Spadini, Tosi, Zanini e molti altri artisti, ripercorre tutto il secolo scorso.