archivio news

  • Tra le grandi bacchette del panorama internazionale che ogni anno dirigono l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia quella di Daniele Gatti, che ha ricoperto il ruolo di Direttore musicale dell’Orchestra dal 1992 al 1997, è sicuramente molto attesa.

  • Il Jerusalem Quartet al Teatro Argentina giovedì 20 febbraio è la terza prestigiosa formazione da camera scelta dall’Accademia Filarmonica Romana per l’integrale dei Quartetti per archi di Beethoven.

  • Con il titolo "Da Napoli a Venezia, viaggio musicale nel '700 italiano" l’Oratorio del Gonfalone presenta un concerto strumentale dedicato alla musica di Napoli e Venezia del Settecento, con la partecipazione di Adriano Maria Fazio, giovane talento nel panorama internazionale della musica antica e dell’Ensemble Barocco del Conservatorio di Musica “Alessandro Scarlatti” di Palermo.

  • Jordi Savall, uno dei più originali, raffinati, profondi e coinvolgenti interpreti della musica antica, torna martedì 18 febbraio 2020 alle 20.30 nell’Aula Magna della Sapienza per la IUC, da lui prescelta per tutti i suoi più recenti concerti romani, sempre accolti con enorme favore dal pubblico.

  • Mercoledì 19 febbraio 2020 alle 18.00 nell’Auditorium “E. Morricone” (Università di Roma “Tor Vergata”, Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) per la stagione di Roma Sinfonietta presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” suona l’Armonie Quartet, formato da Luca Vignali – uno dei migliori oboisti italiani e primo oboe solista dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, con esperienze con altri grandi orchestre come i Berliner Philharmoniker – e dalla violinista Anna Chulkina, dalla violista Gaia Orsoni e dalla violoncellista Kyung Mi Lee.

  • Sarà in scena dal 18 al 29 febbraio l’Evgenij Onegin di Čajkovskij diretto da James Conlon. Un’“opera di formazione”, tratta dal romanzo in versi di Puškin, che vede la giovanissima protagonista “innamorarsi dell’idea dell’amore” e invaghirsi della persona sbagliata, per raggiungere solo in seguito la maturità sentimentale. L’opera fu eseguita in italiano nelle sue prime tre rappresentazioni al Teatro Costanzi (1965, 1975 e 1981); nel 2001 la prima edizione in lingua originale, scelta che verrà adottata anche questa volta. Val la pena ricordare che protagonista femminile dell’opera fu allora Mirella Freni, il grande soprano italiano scomparso pochi giorni fa: accanto a lei il marito Nicolaj Ghiaurov.

  • Dopo il grande successo del concerto inaugurale dello scorso 15 ottobre, il Gesualdo Project della IUC prosegue sabato 15 febbraio 2020 alle 17.30 nell’Aula Magna della Sapienza con il Quarto Libro dei Madrigali di Gesualdo da Venosa nell’esecuzione de Les Arts Florissants con la direzione di Paul Agnew.

  • Tutto pronto per DANZAINFIERA 2020. La quindicesima edizione del più grande evento europeo dedicato alla danza si terrà dal 20 al 23 febbraio, come sempre a Firenze, nella splendida Fortezza da Basso.

  • Il Peter Pan dell’associazione culturale “Nomen Omen” intende recuperare il più possibile l’opera originale di James Matthew Barrie che, pur essendo stata composta e inscenata nel lontano 1904, mantiene viva e inalterata la sua freschezza e la sua complessità.

  • “La musica è stata una delle grandi passioni della mia vita. Dico ‘è stata’, perché ora non ho più occasione di ascoltarne, altro che nei miei ricordi. Essa m’ha portato gioie e certezze ineffabili, e mi ha dato la prova che qualcos’altro esiste oltre il nulla, contro il quale sono andato sempre a sbattere, dovunque. Essa corre come un filo conduttore attraverso il labirinto di tutta la mia opera”.