archivio news

  • Si rinnova la collaborazione fra Accademia Filarmonica Romana e l’Associazione Fabrica per gli incontri di Musica e Letteratura. Tre appuntamenti in Sala Casella (via Flaminia 118) ‒ il primo venerdì 18 gennaio con Ogni uomo è tutti gli uomini. e a seguire il 15 febbraio e il 22 marzo (sempre alle ore 20.30) ‒ per riflettere sull’animo umano, raccontare e cantare storie e viaggi dall’avventura straordinaria.

  • A partire dall’esperienza maturata nei cinque anni di In Scena!, festival di teatro italiano a New York, approda in Italia, in esclusiva per la Città di Roma,  OnStage!festival, rassegna in lingua originale nata con lo scopo di veicolare la cultura americana attraverso l’incontro “personale” ed efficace con il teatro, e di costruire un dialogo permanente fra i due paesi, attraverso un network professionale dedicato.

  • Quando Narek Hakhnazaryan debuttò alla IUC nell'autunno del 2011, subito dopo aver vinto il prestigioso Concorso "Ciajkovskij" di Mosca, era ancora un ragazzo, ma fu facile pronosticargli un grande futuro: ora quella previsione si è realizzata e il violoncellista armeno è diventato una star internazionale.

  • Atteso ritorno è quello di Myung-Whun Chung sul podio dell’Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, di cui è stato Direttore Musicale dal 1997 al 2005, giovedì 17 gennaio (Auditorium Parco della Musica ore 19.30, repliche venerdì 18 ore 20.30 e sabato 19 ore 18).

  • Il IX Festival Internazionale della Danza di Roma della Filarmonica Romana e Teatro Olimpico ospiterà dal 15 al 20 gennaio You & Me, il nuovo spettacolo dei Mummenschanz al loro ritorno in Italia.

  • Il Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, diretto e istruito da Ciro Visco, sarà protagonista lunedì 14 gennaio (Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia ore 20.30) di un concerto dedicato a due capolavori del Novecento, i Chichester Psalms di Leonard Bernstein e i Catulli Carmina di Orff.

  • L’Oratorio del Gonfalone propone il capolavoro di Alessandro Stradella giovedì 17 gennaio 2019, ore 20.30. L’oratorio Santa Editta, composto per 5 voci e basso continuo - la cui unica partitura si trova presso la Biblioteca Estense di Modena - è stata verosimilmente composta ed eseguita a Roma negli anni Settanta del Seicento, su testo del nobile romano Lelio Orsini, principe di Vicovaro e fratello di Flavio, duca di Bracciano.

  • L’arte della fuga di Bach e l’Accademia Bizantina diretta da Ottavio Dantone inaugureranno al Teatro Argentina la stagione concertistica n. 198 della Filarmonica Romana giovedì 17 gennaio 2019.

  • Si inaugura il 13 gennaio il ciclo “Ritorno al futuro – Lezioni di musica del XX e XXI secolo”, una rassegna di cinque lezioni prodotte dalla Fondazione Musica per Roma e dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia dedicate alla musica del secolo scorso con uno sguardo rivolto agli sviluppi della musica nel mondo contemporaneo e nel futuro.

  • Dal 12 al 26 gennaio 2019 al Teatro Costanzi, tutti i giorni eccetto il lunedì, quindi per ben 13 recite, va in scena La traviata di Giuseppe Verdi. Sul podio il maestro Pietro Rizzo. L’opera, titolo del grande repertorio, torna nel fortunato allestimento creato nel 2016 da Valentino Garavani e Giancarlo Giammetti che tanti applausi ha ricevuto anche nella tournée del Teatro a Tokyo lo scorso settembre. La regia di Sofia Coppola è ripresa da Marina Bianchi. Le scene sono di Nathan Crowley, scenografo collaboratore Leila Fteita. I costumi sono disegnati da Valentino, Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli.