Alieno. Egli. Non si tratta, ripeto, di Dio. Ovvero L'Esecutore

Articolo di: 
Livia Bidoli

La proposta della Societas Raffaello Sanzio per la rassegna Teatri del Tempo Presente, dedicata alla Nuova Creatività di artisti under 35 all'ETI-Teatro Valle si chiama Alieno e si compone di cinque episodi: ne approfondiremo due. Il primo è Egli. Non si tratta, ripeto, di Dio e si è svolto il 29 maggio al Teatro Valle.

Semplicemente complicato di Bernhard. Il grottesco flusso della non esistenza

Articolo di: 
Federica Turriziani

Immerso nella più totale oscurità si apre lo spettacolo Semplicemente complicato dello scrittore austriaco Thomas Bernhard, in scena al Piccolo Eliseo, dal 7 al 17 maggio, con l’attore Stefano Santospago e diretto dal regista Cesare Lievi.

I Ponti di Madison County. L'ineffabile consapevolezza della caducità

Articolo di: 
Lorena Carpentieri

Al Teatro Quirino di Roma la trasposizione teatrale del drammatico ed intenso film omonimo con Clint Eastwood e Meryl Streep pone soprattutto una questione di fondo: può una passione "giovane" coinvolgere due persone non più giovani?

Scroscio ovvero Italian Psycho. La parodia angosciosa dei giovani adulti

Articolo di: 
Livia Bidoli

La musica che accoglie Scroscio di Eleonora Danco in scena all’Ambra Iovinelli è la tecno solo acustica. Sullo sfondo un barattolone di crema dalla quale esce la sola protagonista, regista ed interprete di tutto il delirante monologo che attanaglia lo spettatore per circa un’ora e mezza.

Udienza di Havel. L'asfissiante polvere del potere

Articolo di: 
Livia Bidoli

Il clima asfissiante avvolge fin dai primi istanti. La polvere sulle bottiglie consumate nella stanza unica in cui si svolge Udienza di Vaclav Havel al Piccolo Eliseo con solo due attori, Roberto Abbati e Pietro Bontempo, qui anche alla regia, è debordante.

I Miserabili e la Thatcher. L'annullamento della partecipazione

Articolo di: 
Daniela Puggioni

Può uno spettacolo dal vivo riuscire a trasformare un passivo e stralunato consumatore in una persona attiva e critica? Difficile a dirsi certo l’obiettivo di Miserabili - Io e Margaret Thatcher portati in scena da Marco Paolini con i Mercanti di Liquore non si sa se definirlo una sfida ambiziosa o una missione impossibile.

Gadda vs Genet. Il rigore dell'atto criminale

Articolo di: 
Livia Bidoli

Dopo un divertente cappello introduttivo, lo spettacolo Gadda vs Genet (Il giovane criminale e altre storie di galera) di Fabio Cavalli insieme agli ex-detentuti del carcere di Rebibbia, prende il volo. O meglio, scava nella profondità di una doppia parabola letteraria tra Carlo Emilio Gadda e Jean Genet.

Bach. Vola alto il gabbiano

Articolo di: 
Barbara Gigliotti

E’ Puia, saggio teatrale inscenato dai ragazzi di San Luca, paese nella Locride.  Frutto di un laboratorio teatrale diretto da Michele Placido, ispirato a Il Gabbiano Jonathan Livingston di Richard Bach, con adattamento di Andrea Ricciardi e Marica Gungui  ha  avuto la prima rappresentazione nel Teatro Tor Bella Monaca.

Schmitt. Ovvero la religione umana

Articolo di: 
Livia Bidoli

Al Valle fino al 14 dicembre, Il Vangelo secondo Pilato, un’inchiesta su Gesù quella di Pilato secondo il verbo di Eric-Emmanuel Schmitt. Un’indagine sulle origini di una religione come creazione umana e la cui fede è, nelle parole dello stesso Pilato, incomprensibile.

Fosse. Tragedia in solitudo estiva

Articolo di: 
Teo Orlando

Un giorno d'estate con la regia di Valerio Binasco, direttore stabile dell'Eliseo dal 2009, esordisce al Piccolo Eliseo Patroni Griffi.  Una delle più recenti pièces teatrali del drammaturgo norvegese Jon Fosse, colui che è considerato l’ultimo erede di Ibsen.