teatro

  • Laura Pontecorvo, di spalle Fabio Maestri, e Patrizia Polia
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Ad Amelia, il 20 agosto scorso, nel Chiostro di San Francesco si è svolto un intrigante concerto di musica barocca che ha riscosso il caloroso plauso del pubblico. Ne sono stati protagonisti, il Complesso barocco InCanto diretto da Fabio Maestri con la partecipazione di due brave interpreti: il soprano Patrizia Polia e la flautista Laura Pontecorvo al flauto traversiere barocco.

  • Il Dio del massacro
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Il 3 agosto sera sulla Piazza del Duomo a Chiusi, Il dio del massacro di Yasmina Reza, - stesso titolo del romanzo originale - , e celebre per la trasposizione filmica di Roman Polanski del 2011 (Carnage), è stato presentato con la regia di Manfredi Rutelli e la produzione LST Teatro con Enrica Zampetti, Alessandro Waldergan, Mihaela Stoica e Gianni Poliziani.

  • Cappuccetto Rosso nel bosco
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Il festival Orizzonti di Chiusi, iniziato il primo agosto, e protrattosi solo fino al 3 per un caso covid nello staff, ha presentato un bel programma nutrito sia teatralmente sia musicalmente , e lo sarebbe stato ancora di piuì se il 4 agosto non fosse stato malauguratamente sospeso. Il 2 agosto però, siamo riusciti a vedere due eventi teatrali interessanti, Cappuccetto Rosso nel bosco di Zaches Teatro e la sera 300 mt. di memoria, dedicato alla Città di Chiusi che ospita il festival. 

  • Madama Butterfly
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    La grande tragedia di ispirazione giapponese, Madama Butterfly, di Giacomo Puccini approda al Circo Massimo per la stagione estiva del Teatro dell'Opera di Roma. Dal 16 luglio e fino al 6 agosto, per un mese intero, si alternerà tra poco a Bohème in un prolungato omaggio al compositore lucchese. Madama Butterfly con la regia di Alex Ollé della Fura dels Baus, il Maestro Donato Renzetti sul podio e la voce strabiliante, eliminiamo ogni dubbio immediatamente, del soprano americano Corinne Winters che ricoprirà il ruolo di Madama Butterfly (Cio-Cio-San) per tutte le recite, in compagnia di Saimir Pirgu (Angelo Villari il 31 luglio ed il 6 agosto) nel ruolo di Pinkerton.

  • Else. Cortellazzi, Caminada, Caiello, Gianquinto. Foto Pichini
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Il Cantiere ha presentato una importante produzione di opera contemporanea in prima assoluta, Else, il libretto di Cecilia Ligorio che ha curato anche la regia, è tratto dalla novella di Arthur Schnitzler Fräulein Else (La signorina Else) del 1924 ed è stato messo in musica da Federico Gardella.

  • Salgado e Villa-Lobos
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Santa Cecilia il 22 luglio scorso ha offerto un concerto in una foresta, quella dell'Amazzonia, riprodotta attraverso le immagini diSebastião Salgado. Il concerto, diretto dall’italo-brasiliana Simone Menezes, ha reso omaggio al'Amazzonia con due compositori: Heitor Villa-Lobos e Philip Glass. L'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia si è cimentata in un programma colmo di fascino tra musica e immagini, traducendo sinesteticamente entrambe per i nostri sensi nello spazio creato da Renzo Piano nella Cavea dell'Audtiorium Parco della Musica.

  • Balletto Civile
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    L'ordine cosmico è evidentemente stato travalicato: Figli di un Dio ubriaco ce lo mostra attraverso lo spettacolo di Michela Lucenti e della sua compagnia del Balletto Civile nel Duomo di Montepulciano, come spettacolo di apertura del Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano. Il 16 luglio, un venerdì, è stato messo in scena questa mixture tra balletto, rappresentazione teatrale, concerto dal vivo con i suoni dell'Ensemble Barocco Cremona Antiqua diretto da Antonio Greco, nuovo direttore musicale del festival tra Val d'Orcia e Val di Chiana.

  • Ravenna Festival
    Articolo di: 
    Roberto Begnini

    Dopo la pausa Covid, il Festival di Ravenna, riprende il suo indiscusso ruolo di capofila delle celebrazioni dantesche con un programma fittissimo di eventi che ricoprono l’arco dell’intera estate. Abbiamo appena assistito all’ultima edizione dei “Concerti dell’amicizia” che ha visto il Maestro Riccardo Muti tornare a Erevan in Armenia nel segno della sacralità musicale e che ha evidenziato quest’anno due importanti anniversari: i 20 anni dal ponte di solidarietà lanciato verso Erevan, nel 2001 e i 25 anni dalla prima iniziativa di solidarietà “le vie dell’Amicizia” ideata dal Ravenna Festival e dal Maestro stesso, dedicata a nazioni e popoli oppressi da conflitti.

  • Davide Dato
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Il 6 luglio scorso la stagione estiva dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia si è inaugurata in Cavea con Stravinsky's Love: uno spettacolo di musica e balletto omaggio a Stravinsky nel 50° anniversario della sua morte. Presentato dall'étoile russa del Bolshoi Vladimir Derevianko, nei panni del compositore, è una carrellata dei suoi balletti piu' celebri, alcuni dei quali in anteprima assoluta con le giovani étoiles della danza internazionale.

  • Il Lago dei Cigni
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Al Circo Massimo, per la stagione estiva del Teatro dell’Opera di Roma, approda il grande classico del repertorio: Il lago dei cigni, capolavoro di Pëtr Il’ič Čajkovskij nella coreografia secondo Benjamin Pech ripresa da Marius Petipa e Lev Ivanov. È andato in scena dal 22 giugno fino al 2 luglio con le étoiles, i primi ballerini, i solisti e il corpo di ballo diretto da Eleonora Abbagnato. Il balletto ha visto susseguirsi in scena ben tre cast, nella serata del 1° luglio, abbiamo seguito Alessandra Amato nel doppio ruolo di Odette/Odile e Claudio Cocino nel Principe Siegfried; Rothbart/Benno è Giacomo Castellana. Sul podio, Andriy Yurkevych come direttore dell'Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma.