teatro

  • Dido and Aeneas
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    L'ultima opera che recensiamo del Festival d'Aix-en-Provence, quest'anno dal 4 al 24 luglio, è Dido and Aeneas di Henry Purcell al Théâtre de l'Archevêché: l'opera è in premiere ed è allestita dal Festival d'Aix-en-Provence e dalla sua Académie ed in coproduzione con il Teatro Bolshoi di Mosca ed il Teatro Accademico di Stato della Russia. La regia è a cura di Vincent Huguet  mentre sul podio ha condotto l'Ensemble Pygmalion il direttore ceco Václav Luks.

  • Angelo di fuoco
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Vicino ai violacei campi di lavanda della Provenza si svolge da 70 anni un festival prezioso, il  Festival d'Aix-en-Provence, quest'anno dal 4 al 24 luglio, che mette in scena in location straordinarie come il Théâtre de l'Archevêché ed il Grand Théâtre de Provence – insieme a molte altre – opere prime creazioni del Festival insieme ad altri grandi teatri d'opera come L’angelo di fuoco (Ognennyj angel) di Sergej Prokofev nell'allestimento del Festival d'Aix-en-Provence, dell'Opera Nazionale di Varsavia-Teatr Wielki in coproduzione con l'Opera e Balletto Nazional di Norvegia.

  • Teatro Verdi
    Articolo di: 
    Roberto Begnini

    Una Stagione all’insegna della vocazione internazionale di Trieste e della capacità del suo Teatro Lirico di essere uno straordinario veicolo di valori, tradizioni e identità culturale della città e del Friuli Venezia Giulia in tutto il mondo”. Con queste parole il Sovrintendente della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, Stefano Pace, ha introdotto l’attività artistica per la Stagione 2018-2019, patrocinata dal Gruppo Allianz, main partner della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, il Comune di Trieste e la Fondazione CRT.

  • Mirt
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Per la rassegna ArteScienza 2018, che si svolge dal 26 giugno fino al 23 settembre in vari spazi culturali di Roma, abbiamo assistito ad una serata “elettronica” dedicata alla Radio di Varsavia ed alle sue sperimentazioni sonore fondata nel 1957 da Józef Patkowski. Un evento, quello del 9 luglio scorso, organizzato in collaborazione con Adam Mickiewicz Institute – programma Polska Music presso il Goethe-Institut di Roma.

  • joan
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Dal 27 luglio parte Attraverso festival, serie di spettacoli e eventi per l'estate tra Langhe e Monferrato, giunta alla terza edizione e pronta ad animare terre patrimonio UNESCO.

  • Eikones
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Eikones, è il primo capitolo di una tetralogia firmata da Cecilia Bernabei: le sue "voci riflesse" al femminile si esplicitano con cinque voci di donna che hanno preso le sembianze di Penelope, Messalina, Rosvita di Gandersheim, Costanza D’Altavilla e Christine de Pizan.  Nella cornice romana della Villa di Livia al Lauretum (Prima Porta), nell'ambito della rassegna Teatri di Pietra lo scorso 28 giugno, tra le otri caduche e la musiche curate da Bernabei con il supporto tecnico di Aurelio Gatto e le quattro attrici Elena Baroglio, Nunzia Mita, Angela Telesca, Eleonora Turco, che hanno loro concesso una voce, riflessa nell'antichità del parco archeologico.

  • Villa Massimo
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    La chiamano Festa d'Estate perché comincia proprio a ridosso della notte del solstizio, il 20 giugno,  e quindi l'inaugurazione anche esoterica dell'inizio della nuova stagione calda è principio di vacanza e fine di un anno di lavoro che per i borsisti dell'Accademia Tedesca di Villa Massimo. Per loro rappresenta una prova ed una festa al tempo stesso con il pubblico invitato a girovagare per le loro “stanze dell'arte”, ammirando dalle opera pittoriche fino alle composizioni musicali

  • Manon
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    La prima a Roma del balletto Manon di Kenneth MacMillan su musiche di Jules Massenet, si è svolta al Teatro Costanzi dal 25 al 31 maggio. Il balletto è stato ripreso per l'occasione da Karl Burnett e Patricia Ruanne con i costumi di Nicholas Georgiadis. L'allestimento è firmato dal teatro russo Stanislavsky e Nemirovich-Danchenko di Mosca.

  • Manon
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Il 21 maggio si è svolta all'Opera la conferenza stampa di presentazione della prima a Roma di Manon di Kenneth MacMillan con le musiche di Jules Massenet, che sarà al Teatro Costanzi dal 25 al 31 maggio e giovedì 24 con l’anteprima giovani, ingresso “Vietato ai maggiori di 26 anni”. Il balletto viene ripreso da Karl Burnett e Patricia Ruanne con i costumi di Nicholas Georgiadis e con l'allestimento del teatro russo Stanislavsky e Nemirovich-Danchenko di Mosca. Nella parte principale l'étoile dell’Opéra di Parigi e Direttrice del Ballo Eleonora Abbagnato nel ruolo di Manon, l’étoile ospite Friedemann Vogel nel ruolo di Des Grieux, e last but not least l’étoile de l’Opéra di Parigi e assistente alla Direzione del Balletto del Teatro dell’Opera di Roma, Benjamin Pech nel ruolo di Monsieur G.M.

  • FLUX Nekrošius
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Il centenario della Repubblica Lituana ha dato a Roma l'occasione di festeggiare la sua repubblica delle arti con FLUX - Festival Lituano delle arti dal 4 al 15 maggio scorsi, di cui in particolare abbiamo seguito due spettacoli: quello di apertura presso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia con la direttrice d'orchestra Mirga Gražinytė-Tyla, per la Stagione Sinfonica dell’Accademia di Santa Cecilia; quello invece cui ci riferiamo in questo articolo è di un artista di cui ci siamo occupati parecchi anni fa (purtroppo!), ovvero il regista teatrale Eimuntas Nekrošius, che ha presentato lo spettacolo Franz Kafka: Un Digiunatore, con la sua compagnia Meno Fortas.