musica

  • Ariadne auf Naxos
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Il raffinato Festival d'Aix-en-Provence, quest'anno dal 4 al 24 luglio, ha messo in scena fra le sue altre premiere al Théâtre de l'Archevêché, l'opera in un solo atto di Richard Strauss Ariadne auf Naxos nell'allestimento coprodotto da Théâtre des Champs-Élysées, Théâtres de la Ville de Luxembourg, Opéra national de Finlande, Opéra Royal du Danemark, Gran Teatre de Liceu. La regia è stata curata da Katie Mitchell mentre sul podio è salito Marc Albrecht.

  • Petite Messe Solennelle,foto di insieme. foto Irene Trancossi
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Nella ricorrenza del 500°anniversario dalla sua edificazione il Tempio di San Biagio a Montepulciano, capolavoro di Antonio da Sangallo il Vecchio, è stata la cornice ideale dell'entusiasmante esecuzione della Petite messe solennelle di Gioachino Rossini, diretta da Roland Bӧer. Un altro grande successo è stato colto al Cantiere, il folto pubblico presente ha lungamente acclamato tutti gli interpreti.

  • Ruzir
    Articolo di: 
    Piero Barbareschi

    Interessante questo CD Stradivarius, distribuito da Milano Dischi, che attira l'attenzione già per il titolo: Ruzìr – Arie e balli popolari del XVII secolo nelle trascrizioni per strumenti a tastiera. Esecutori Fabiana Ciampi all'organo (anzi, agli organi, come vedremo in seguito) e Fabio Tricomi, violino, flauto diritto e da tamburo, tamburo e tamburello.

  • L'impresario in angustie
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    L’impresario in angustie di Domenico Cimarosa (1749-1801) diretta da Roland Böer, direttore artistico e musicale del Cantiere, ha aperto con grande successo lo scorso 13 luglio gli spettacoli a Montepulciano, preceduta dalla tradizionale esibizione delle bande, quest'anno affidata alla Banda Poliziana e a quella di Rieti.

  • Carteggio. Alessandra Amorino, Livia De Romanis, Mario Germani e Marcello Panni. foto Max Pucciariello
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    La serata del 2 luglio scorso è stata incentrata su Francesco Pennisi (Acireale 1934 – Roma 2000) con due appuntamenti alla Sala Casella, il primo con l'Ensemble di chitarre “Tempo Scaduto”, formato dagli allievi della classe di Arturo Tallini del Conservatorio Santa Cecilia di Roma, il secondo con l’esecuzione di Carteggio con l’Imago Sonora e la voce recitante Marcello Panni.

  • Bossi.jpg
    Articolo di: 
    Piero Barbareschi

    L'Etichetta Tactus propone un altro tassello della registrazione dell'opera Omnia di Marco Enrico Bossi realizzata da Andrea Macinanti. Il vol.XIII di questo monumentale progetto è dedicato a trascrizioni di brani di vari autori realizzato utilizzando uno splendido e particolarmente adeguato strumento: l'Organo Cavaillè-Coll del 1894 collocato nella Chiesa di S.Antoine des Quinze-Vingts a Parigi.

  • La vedova allegra
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Con ben otto nuovi allestimenti il Teatro dell'Opera di Roma presenta una stagione 2018-2019 assolutamente ragguardevole, non solo, titoli, artisti e direttori sono tutti in auge a cominciare da Daniele Gatti che aprirà la stagione l 2 dicembre con il Rigoletto di Giuseppe Verdi e Daniele Abbado alla regia.

  • Yoshikawa Schumann.jpg
    Articolo di: 
    Piero Barbareschi

    Terza proposta monografica del pianista Takahiro Yoshikawa che per l'etichetta Ypsilon International, distribuita da Milano Dischi, presenta in questo caso un CD interamente dedicato a Schumann, con l'esecuzione di tre celeberrimi ed affascinanti cicli: Fantasiestuck op.12, Kinderszenen op.15, Waldszenen op.82.

  • Bohème
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    In un nuovo allestimento in coproduzione con il Teatro Regio di Torino, il Teatro dell'Opera di Roma ha presentato la Bohéme di Giacomo Puccini con la regia di Alex Ollé, della compagnia catalana de La Fura dels Baus, dal 13 al 24 giugno, per undici recite. Sul podio si sono alternati due direttori: Henrik Nánási, giovane direttore ungherese già noto a livello internaizonale, e  Pietro Rizzo nelle repliche del 22, 23 e 24 giugno.

  • Mohammad Reza Rostamian
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    La nuova edizione de I Giardini della Filarmonica, il festival estivo dell’Accademia Filarmonica Romana ha come titolo Opus come Opera, intendendo con questo il risultato dell'attività creativa comune a tutte le civiltà umane, e si svolgerà dal 25 giugno al 14 luglio 2018 nella sede di via Flaminia 118.