musica

  • Billy Budd
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Dal romanzo breve di Herman Melville, pubblicato postumo nel 1924, l'omonimo Billy Budd (sottotitolato: un marinaio), l'opera di Benjamin Britten giunge al suo debutto sul palcoscenico del Teatro dell'Opera di Roma dall’8 al 15 maggio con James Conlon sul podio – che ha già diretto di Britten a Roma A Midsummer Night's  Dream nel 2012,  Curlew River l'anno dopo e A Prodigal Son nel 2014 – e Deborah Warner alla regia  Un cast anglosassone di rilievo completa questo nuovo allestimento in coproduzione col Teatro Real di Madrid e il Royal Opera House Covent Garden e già premiato a Londra con l’International Opera Award come “migliore nuova produzione”.

  • Mirga Gražinytė-Tyla
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    L'Accademia Nazionale di Santa Cecilia ha aperto il FLUX, il Festival Lituano delle Arti, lo scorso 4 maggio all'Auditorium Parco della Musica di Roma dedicando tre serate ad una delle più giovani e dotate direttrici d'Orchestra: nata  a Vilnius nel 1986, Mirga Gražinytė-Tyla è la prima donna a essere stata nominata direttore della City of Birmingham Symphony Orchestra, dopo Sakari Oramo e Sir Simon Rattle. Tra i PROMS di Londra ed il MET di New York, la sua carriera si preannuncia fulgida.

  • Foto conferenza stampa. Da sinistra Nicola Zingaretti, Michele Dall'Ongaro, Antonio Pappano Virginia Raggi
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    La Stagione Sinfonica 2018-2019 dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia sarà inaugurata dal maestro Antonio Pappano che dirigerà la versione da concerto di West Side Story di Leonard Bernstein. West Side Story, uno dei musical più famosi e popolari, giunge a conclusione delle celebrazioni del centenario della nascita di Leonard Bernstein che è stato Presidente onorario dell'Orchestra dal 1983 al 1990.

  • Don-Giovanni---Sinopsis.jpg
    Articolo di: 
    Roberto Begnini

    Giustamente definito da Richard Wagner "l'opera delle opere", il Don Giovanni di Mozart, presentato per la prima volta a Praga nel 1787, e dal 16 al 27 aprile al Teatro Municipal de Santiago del Cile in una nuova produzione, è un vero pezzo di architettura musicale e teatrale. Un'opera che per la sua ricchezza concettuale e portata estetica è quasi intoccabile e che al momento di portarlo in scena si rivela una vera sfida al talento e all'immaginazione per qualsiasi regista.

  • Brilliant Rheinberger
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Per Brilliant Classics è appena uscito un cd per una prima registrazione delle Sonate per violino dell'organista per antonomasia, secondo solo a Felix Mendelssohn, ovvero Joseph Gabriel Rheinberger (Vaduz, 1839 – Monaco d Baviera, 1901). Questa prima edizione delle Sonate n. 1 e 2 seguite da tre Songs tratte da testi di Heine, Horn e Hammer, ha scelto un pianista ed un violinista ben affiatati e specialisti del repertorio che sono Piero Barbareschi e Thomas Schrott.

  • les-soeurs-labeque-de-ravel-a-bernstein-1419657157.jpg
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    Il 22 aprile 2018 l'auditorium del Gasteig di Monaco ha ospitato un concerto "classico" di grande varietà, originalità, fruibilità e versatilità interpretativa, per due ore e mezza di musica, intervalli compresi. Il programma prevedeva le Danze e le canzoni da West Side Story di Leonard Bernstein, la Sinfonia per otto voci e orchestra di Luciano Berio e le Danze sinfoniche op. 45 di Sergej Vasil'evič Rachmaninov. Tre composizioni con apparentemente poco in comune, se si eccettua l'appartenenza novecentesca dei tre compositori (ma il primo ascrivibile alla tradizione americana, non senza influenze jazz e blues, sia pur con salde radici nella grande musica europea; il secondo considerabile uno dei grandi interpreti dell'avanguardia del secondo Novecento; il terzo, nato nell'Ottocento, incluso nella tradizione tardo-romantica).

  • Jordi Savall e l'Hesperion XXI foto Damiano Rosa
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Il viaggio nelle diverse tradizioni musicali del Mediterraneo di Jordi Savall e del suo Hespérion XXI, questa volta, ha fatto tappa nella Istambul di Dimitrie Cantemir e ha incantato l'affollatissima Aula Magna della Sapienza, che ha tributato ai musicisti una incandescente standing ovation.

  • Maxim Vengerov
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Un ritorno attesissimo e dal tutto esaurito quello di Maxim Vengerov al Teatro Argentina, giovedì 12 aprile: il violinista siberiano naturalizzato israeliano, non tornava dal 2004 con il suo gioiello di violino ex-Kreutzer Stradivari del 1727. Ha interpretato, con estremo fascino, le due Sonate di Brahms, la prima in sol maggiore o Regensonate, la seconda in re minore, e poi Ravel e Paganini insieme ad un altro enfant prodige russo, la pianista Polina Osetinskaya che ha cominciato la sua carriera in torunée con il Marinskij già da studentessa del Conservatorio.

  • CD Sonate Vandini.jpg
    Articolo di: 
    Piero Barbareschi

    Antonio Vandini: Sonate per violoncello e continuo: un piacevolissimo CD Tactus, con Antonio Mostacci al violoncello piccolo a 5 corde, Antonello Manzo, violoncello, e Paolo Potì, clavicembalo. Un CD che apre un'ennesima finestra sullo sterminato cielo del repertorio barocco italiano, una miniera che appare inesauribile per quantità e qualità e che attende solo di essere esplorata e valorizzata, come in questo caso, da interpreti raffinati e da etichette come Tactus che identifica proprio nell'esplorazione del repertorio italiano, non solo barocco, una missione da perseguire con passione e tenacia.

  • Ann Hallemberg, Federico Maria Sardelli, Accademia Barocca di Santa Cecilia
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Nella Stagione di Musica da Camera dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia mercoledì 11 aprile scorso si è svolto un concerto interamente dedicato ad Antonio Vivaldi, protagonista l’Accademia Barocca di Santa Cecilia diretta da Federico Maria Sardelli, un evento arricchito dalla  presenza di  Ann Hallenberg.