musica

  • God is an Astronaut
    Articolo di: 
    Teo Orlando

    Il 10 luglio del 2017 il tradizionale palcoscenico di Roma incontra il mondo, allestito, come ogni estate, nella bella cornice di Villa Ada, si è riempito di sonorità piuttosto inusuali. Hanno infatti fatto la loro apparizione i God is Astronaut, una delle più interessanti formazioni di quel genere etichettato come post rock, di origine irlandese e ormai attivi dal 2002.

  • Baccanale
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    La serata del 22 luglio il 42° Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano ha offerto una festa, ovvero un Baccanale aperto al pubblico proprio seguendo quel Gaudeamus igitur goliardico, normativa stretta ai Carmina Burana che sono stati cantati e suonati prima degli altrettanto scoppiettanti Ottoni del Trasimeno e degli interattivi (col pubblico) Olimpiasband & Co. di Cirio Paduano e Mirio Costtini con la Free Chamber Brass, il tutto in in collaborazione con il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, che ha offerto un “convivio” negli spazi rinnovati della Fortezza dedicati alla degustazione dei nobili vini del contado.

  • Carmina Burana
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    La composizione ispirata a Catullo di Nicola Piovani, ovverosia Carme, in Cavea per Santa Cecilia a Luglio Suona Bene della Fondazione Musica per Roma, il 19 luglio scorso, ha preceduto i celebri Carmina Burana di Carl Orff, eseguiti dal Coro, Voci Bianche e Solisti dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

  • debussy Yoshikawa.JPG
    Articolo di: 
    Piero Barbareschi

    Claude Debussy: opere per pianoforte. Un CD Ypsilon international, distribuito da Milano Dischi, interpretato da Takahiro Yoshikawa.  Nel gennaio scorso, su queste pagine, al termine della recensione del primo CD realizzato da Takahiro Yoshikawa, un CD beethoveniano ottimamente realizzato ed interpretato, avevamo auspicato di poter ascoltare quanto prima un'altra registrazione in programma del giovane pianista giapponese, dedicata ad un mostro sacro del '900 europeo, Claude Debussy, curiosi di scoprire la lettura di un autore così impegnativo dal punto di vista non solo tecnico, ma anche, e forse soprattutto, estetico.

  • Ezio Bosso
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Il compositore, pianista e direttore d'orchestra Ezio Bosso (Torino, 1971) in Cavea del Parco della Musica per Luglio Suona Bene con l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia ha riempito tutti gli spalti lo scorso 12 luglio, per un concerto incredibilmente coinvolgente insieme alla musica scritta da lui, Bach e Beethoven.

  • Ornstein.JPG
    Articolo di: 
    Piero Barbareschi

    Leo Ornstein (1893/2002): composizioni per violino e pianoforte e per flauto e pianoforte in un CD Brilliant Classics nell'esecuzione di Francesco Parrino, Stefano Parrino e Maud Renier. Un interessantissimo CD distribuito da Ducale, interamente dedicato a Leo Ornstein, nel quale Francesco Parrino al violino, Stefano Parrino al flauto e Maud Renier al pianoforte propongono le tre Sonate per violino e pianoforte, la Fantasia Ebraica, sempre per violino e pianoforte, e i Tre pezzi per flauto e pianoforte. Anche in questo caso il catalogo di questa etichetta si conferma una miniera per scoprire o riscoprire autori e composizioni ingiustamente, ed in certi casi vorremmo dire misteriosamente, trascurati.

  • Teatro Costanzi
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    La presentazione della nuova stagione 2017-2018 del Teatro dell'Opera di Roma si è svolta lunedì 26 giugno mattina sul palcoscenico allestito per Il viaggio a Reims diretto da Stefano Montanari e con la regia di Damiano Michieletto, quindi fra le plurime riproduzioni degli ometti di Keith Haring, Frida Kahlo, Goya, L'Infanta in azzurro di Velazquez, l'Uomo con la pipa di Magritte e la donna cubista di Picasso. Un parterre colorato e adatto proprio al ritorno, a dicembre prossimo, di Michieletto ad aprire la stagione d'opera il 12 dicembre con Daniele Gatti, - pure lui gradito ritorno dopo il favoloso Tristan und Isolde dell'anno scorso con Pierre Audi alla regia -: una doppietta italiana di tutto rispetto a mostrar che il talento lirico e patrio è sempreverde e innovativo, oltre che di preziosa fatta.

  • Stefano Bollani
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    L'Accademia Nazionale di Santa Cecilia ha accolto nella Cavea dell’Auditorium Parco della Musica per i concerti di Luglio Suona Bene, in collaborazione con Fondazione Musica per Roma, Stefano Bollani al piano con una sua composizione: Concerto Azzurro il 5 luglio. Con l’Orchestra di Santa Cecilia diretta dall'estone Kristian Järvi, Bollani eseguirà anche Rhapsody in Blue di George Gershwin, cui è seguito An American in Paris. A cominciare però è stata una composizione dell'olandese Joey Ruckens (Schiedam, 1982), in prima esecuzione italiana e per il progetto europeo Music Up Close.

  • La Compagnia dell'Anello
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Un evento dedicato al cinema in unione con la musica, che da sempre formano una coppia inossidabile, e soprattutto un evento per tutti: il 21 e 22 giugno la Sala Santa Cecilia dell'omonima accademia si è riempita di giovani, bambini, famiglie intere per la proiezione de Il Signore degli Anelli - la Compagnia dell’Anello con l'esecuzione live della colonna sonora a firma di Howard Shore con l'Orchestra, il Coro e le Voci Bianche dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretti da Shih-Hung Young, che ha diretto tutte le colonne sonore de Il Signore degli Anelli: solista d'eccezione il soprano catalano Clara Sanabras, solista per The Lord of the Rings in Concert e Lo Hobbit.

  • Die Tote Stadt
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Composta a 23 anni da Erich Wolfgang Korngold, Die Tote Stadt è giunta alla prima il 10 giugno 2017 al Teatr Wielki di Varsavia, l'Opera Nazionale Polacca, nell'allestimento del maggior talento internazionale polacco e direttore artistico del Wielki: Mariusz Treliński, che quest'anno ha aperto la stagione del Metropolitan di New York con Tristan und Isolde di Wagner. Alla direzione il tedesco Lothar Koenigs, Paul è interpretato dal tenore polacco Jacek Laszczkowski, mentre il soprano di coloritura Marlis Petersen si è incaricata della doppia parte di Maria/Marietta.