arte

  • signora
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Fino al 7 gennaio prossimo la Fondazione Accorsi Ometto di Torino ospita, nelle sale dell’omonimo Museo, La giornata di una signora, mostra di una serie di abiti provenienti dalla Collezione Roberto Devalle e risalenti al periodo 1895-1925. L’esposizione, curata da Silvia Mira, storica della moda, arricchisce il museo di una scenografia per ambientare vari capi d’abbigliamento significativi, alcuni firmati da note Maison torinesi, come Sacerdote o De Gasperi e Rosa, altri da sartorie sconosciute.

  • cinzano.jpg
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Nel duecentosessantesimo anniversario della nascita del marchio Cinzano, icona dello spumante e del vermouth, il Museo del Risorgimento dedica una mostra in tema per omaggiare un’icona dell’enogastronomia non solo italiana.

  • Madre di Dio Odigitria di Suja
    Articolo di: 
    Nica Fiori

    Nel Museo di Roma a Palazzo Braschi sono in mostra fino al 3 dicembre 2017 quasi 40 icone provenienti dalla Russia, che ci dispensano i loro doni di sapienza e di luce. “L’icona russa: Preghiera e Misericordia” – questo il titolo dell’esposizione - vuole sottolineare l’orientamento di vita spirituale e di servizio sociale che accomuna persone di diverse nazionalità e paesi, sia nella chiesa cattolica sia in quella ortodossa. La mostra è dedicata al 25° anniversario delle relazioni ufficiali tra la Russia e il Sovrano Militare Ordine di Malta, relazioni che in realtà erano state già avviate al tempo dello zar Pietro il Grande.

  • Grosso
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    A Torino è di nuovo in scena uno dei Maestri dell’Ottocento dell’Accademia albertina, con un tributo a Giacomo Grosso, diviso in quattro sedi e cioè il Palazzo Comunale di Cambiano, la Pinacoteca dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, il Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto a Torino dal 28 settembre al 7 gennaio e Palazzo Madama a Torino fino al 23 ottobre.

  • San Francesco predica agli uccelli, particolare
    Articolo di: 
    Nica Fiori

    A Roma, nella chiesa del SS. Nome di Gesù, ben quattro serate di studio, dal 1° al 4 ottobre, sono state dedicate al tema “Perché San Francesco nella Chiesa dei Gesuiti?” Non si è trattato di un convegno in senso stretto, ma di un laboratorio artistico spirituale, aperto a tutti, che ha ospitato storici dell’arte, teologi e musicisti per scoprire il rapporto profondo, ma non sempre chiaro, tra l’arte e la fede, e in questo caso tra il ciclo pittorico della fine del XVI secolo con scene della vita di San Francesco realizzato nella chiesa e la Compagnia di Gesù, fondata da Sant’Ignazio di Loyola nel 1534.

  • Boldini
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Fino al 28 gennaio le Sale delle Arti della reggia di Venaria propongono un omaggio ad uno dei più importanti ritrattisti italiani di fine Ottocento, se non il più importante, Giovanni Boldini. La mostra si inserisce e nei festeggiamenti per i dieci anni della riapertura della reggia di Venaria e in un percorso di riscoperta dell’arte dell’Ottocento, e segue le mostre su Giovanni Boldini già realizzate al China World Art Museum di Pechino, all’Ermitage di San Pietroburgo e al Vittoriano di Roma.

  • Scorcio della stanza. Decorazione della sala da pranzo della Villa La Falconiera
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    A Pistoia il Museo dell’Antico Palazzo dei Vescovi, gestito da Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia, ospiterà fino al 6 gennaio 2018 la mostra Giovanni Boldini. La stagione della Falconiera, a cura di Francesca Dini con la collaborazione di Andrea Baldinotti e Vincenzo Farinella. L'esposizione avviene In occasione di Pistoia Capitale Italiana della Cultura e per volontà della banca del Gruppo Intesa Sanpaolo. La mostra si propone di presentare il periodo creativo del giovane Boldini, quando fu legato al gruppo dei Macchiaioli.

  • David Bowie & Kate Moss
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Fino al 7 gennaio Camera, centro italiano per la fotografia di Torino in via delle Rosine 18 ospita la mostra fotografica Arrivano i Paparazzi! dedicata ad una figura fondamentale di fotografo tra gli anni della Dolce Vita e oggi. In mostra ci sono scatti rubati a vip, attori, attrici, cantanti, politici, personaggi del mondo dello spettacolo, dai tempi di via Veneto e dello spogliarello scandalo della ballerina turca Aichée Nana agli scatti al mare di Paolo Bonolis o Silvio Berlusconi per riviste che continuano a piacere come Chi o Gente.

  • Domenico Beccafumi: Santa Agnese e Artemisia
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    La mostra Il Buon secolo della pittura senese è dedicata ai protagonisti della pittura senese tra l'inizio del '500 e i primi decenni del '600, come evidenzia il sottotitolo: “Dalla Maniera moderna al lume caravaggesco”. Si articola in tre sezioni diverse a Montepulciano, San Quirico d'Orcia e Pienza e inoltre suggerisce itinerari a Siena e in terra di Siena, nelle chiese, nei Monasteri, nei musei per vedere gli affreschi o i dipinti che non è stato possibile esporre, per diverse ragioni.

  • Maze
    Articolo di: 
    Elena Romanello

    Dall’8 all’11 settembre Torino ospiterà l’edizione 0 del primo festival interamente dedicato al mondo della streetculture: MAZE, in piazzale Valdo Fusi e negli spazi dell’Ex Borsa Valori. Per quattro giorni si sono sucedute esibizioni, contest, conferenze, esposizioni d’arte, sfilate, laboratori e workshop dedicati alle espressioni contemporanee della cultura urbana, rivolgendosi a tutta la città per invitarla a scoprire il mondo della streetculture in tutte le sue declinazioni, dalla moda alle esposizioni, dalle esibizioni alle gare di skate, dalle performance di arte ai workshop.