musica

  • Portishead Third
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Indaco, il suono di Portishead, esattamente come la copertina di Third, il nuovo album seguito a Dummy, dopo dieci lunghi anni. Beth Gibbons e Geoff Barrow, affiancati dal chitarrista Adrian Utley, formano un terzetto da temere, leggendo attentamente le parole introduttive recitate da Claudio Campos a Silence, prima track dell’album:

  • Current93 - Birth Canal Blues
    Articolo di: 
    Alberto Balducci

    L’i(n)-spirazione, nel senso etimologico di una ‘comunione’ con lo Spirito (spiritus, anima mundi, ecc.) allorché esso fluisce in noi, è merce assai rara; mantenerla poi per periodi lunghi è ancora più complicato. È proteggere una Fiamma attraverso tempeste e uragani!

  • Herbie Hancock
    Articolo di: 
    Livia e Giancarlo Bidoli

    Elettro-jazz nella sala Santa Cecilia con Herbie Hancock e Terence Blanchard. L’Herbie Hancock Sextet suona all’unisono per circa due ore e mezza un jazz contaminato da variazioni soul, funky, blues e assoli di tutto il gruppo.

  • Il viaggio a Reims
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    Il Viaggio a Reims, ossia L’albergo del Giglio d’Oro, dramma giocoso in un atto di Gioachino Rossini, fu rappresentato per la prima volta a Parigi il 19 giugno del 1825 al Théatre Italien in occasione dell’incoronazione di Carlo X con grande successo di pubblico e critica, in cui spiccavano Stendhal e Castil-Blaze.

  • Solar Orchestra
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Una musica, quella dei Solar Orchestra, che non sembra appartenere a nessun genere in particolare. Spazia tra accordi sincopati di origine jazz in un intarsio di sonorità oscuramente elettroniche, mentre i ritmi tribali echeggiano sullo sfondo.

  • Ensemble Modo Antiquo
    Articolo di: 
    Daniela Puggioni

    L’oratorio di Antonio Vivaldi è il secondo concerto del ciclo che l’Accademia Filarmonica Romana ha meritoriamente dedicato a questo straordinario musicista.

  • Poe. Ditirambi di musica oscura
    Articolo di: 
    Ivano Galletta

    Il grande pubblico conoscerà Poe come autore, ma quello di cui si parla poco è forse di come egli abbia poi influenzato i vari campi artistici, tra cui quello musicale.

  • Der Rosenkavalier
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Abbagliati dalla luce bianca delle colonne, nell’allestimento della coppia Squarciapino-Frigerio siamo introdotti tra le braccia di due amanti in tenero atteggiamento:

  • La Somnambule
    Articolo di: 
    Livia Bidoli

    Quando si ascolta la musica ridente di Hérold per La somnambule, ou L’arrivée d’un nouveau seigneur su libretto di Scribe e coreografie di Jean Aumer, non c’è quasi bisogno dell’ambientazione agreste per immaginarsi immersi in una natura tra Arles e Tarascona, vi si viene poiettati inconsapevolmente.

  • Mahler
    Articolo di: 
    Livia Bidoli - Teo Orlando

    Composto nel 2006 ed eseguito nel centenario (in vita) del musicista, il Concerto per Corno e Orchestra di Elliott Carter si nota soprattutto per una brillante orchestrazione dalle infinite e dodecafoniche variazioni. Alessio Allegrini al corno solista interpreta attentamente e con la giusta veemenza la partitura sincopata, ricca degli influssi di Prokofiev e Stravinskij oltre che del coevo Alban Berg.